Iraq: l'Isil continua ad avanzare e conquista Rawa

La marcia di avvicinamento dei ribelli a Baghdad prosegue.

L'Isil non ferma la sua avanzata in Iraq verso la capitale Baghdad, apparentemente per nulla intimorito dalle minacce degli Stati Uniti di intervenire nel paese con uomini e droni che spianino la strada alla controffensiva. È notizia di oggi, infatti, che i miliziani hanno preso possesso pure della città di Rawa, a 275 chilometri nord ovest dalla capitale.

L'ha reso noto lo stesso sindaco del paese, Hussein AIi al-Aujail, facendo anche sapere che la polizia e l'esercito non sono neppure intervenuti. La stessa cosa che era già avvenuta anche in altre città e che pone serissimi dubbi sulla possibilità che l'esercito iracheno possa avere una minima affidabilità (il che rende ancora più urgente l'intervento a stelle e strisce). "Hanno saccheggiato tutti gli uffici", ha detto ancora il sindaco.

Mosul è già nelle mani dei ribelli islamici, migliaia di uomini, solo 24 ore fa, erano riusciti a piegare la resistenza di Al Qaim, al confine siriano (una trentina di soldati hanno perso la vita), mentre Fallujah e Ramadi sono già sotto il loro controllo addirittura da gennaio. Decine di miliziani sciiti, nemici quindi dei ribelli dell'Isil, hanno manifestato a Baghdad e in altre città principalmente di quella confessione religiosa per dare una prova di forza contro l'offensiva qaedista. Nella capitale, circa 20 mila seguaci del leader radicale Moqtada Sadr, hanno marciato in parata mostrando fucili mitragliatori e lanciarazzi nella loro roccaforte nota come Città di Sadr.

Triple Bombing In Baghdad Kills At Least 60

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO