Egitto: reporter di al Jazeera condannati per complicità con Fratelli Musulmani

Due giornalisti di al Jazeera condannati a sette anni, uno a dieci: sono accusati dalle autorità egiziane di complicità con i Fratelli Muslmani.

Sette anni di prigione per due giornalisti della tv al-Jazeera: sono accusati di aver sostenuto i Fratelli Musulmani. Sono tre i reporter sotto processo al Cairo: al terzo è stata inflitta una pena ancora più dura, di dieci anni. L'accusa aveva chiesto condanne ancora più pesanti per tutti e tre. Il processo, da più parti contestato, prevede comunque ancora un grado, con il ricorso in Cassazione da parte degli imputati.

I tre rappresentanti della stampa condannati si chiamano Peter Greste (australiano), Mohamed Fahmi (egiziano canadese). Al producer egiziano Baher Mohamed sono stati inflitti invece dieci anni di carcere, come hanno precisato le fonti del tribunale. La stessa pena è stata inflitta ai 12 contumaci, tra cui compaiono anche un britannico e una canadese.

L'accusa aveva chiesto tra i 15 e i 25 anni di prigione. In totale, il processo ha coinvolto 20 tra reporter, fotografi e cameramen, tutti accusati di disinformazione e sostegno alla Fratellanza Musulmana, bandita dall'Egitto come organizzazione terroristica quando sono tornati al potere i militari, guidati dal generale al Sisi, successivamente eletto presidente.

I giornalisti imputati erano stati tutti arrestati lo scorso dicembre dalle forze di sicurezza egiziane. Oggi si è tenuta la tredicesima udienza del processo, seguito non solo nel mondo arabo, ma anche in tutto l'Occidente. Il prermier australiano Tony Abbot aveva fatto appello direttamente ad al Sisi per chiedere la liberazione di Greste, cittadino australiano.

Il segretario di Stato americano John Kerry ieri aveva invocato la libertà di stampa in Egitto, in una conferenza stampa tenuta al termine dell'incontro con il presidente del Paese africano. Si erano mosse pure le associazioni e i gruppi per i diritti umani, parlando di una vicenda politicizzata. Che niente aveva a che fare con le accuse mosse di complicità con i terroristi.

Reporter al Jazeera

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO