Il siluro spiaggiato a Marina di Ginosa

Si trattava di un Mark 46 nuovo, abbandonato dalla Marina.

Già è raro, anche in costa Jonica, trovare delfini, tartarughe o altri animali spiaggiati. Ma trovare un siluro (e non il pesce, un siluro militare) sulla spiaggia è davvero un unicum. Il fatto è accaduro a Marina di Ginosa nella mattinata di ieri, quando alcuni bagnanti hanno notato un siluro Mark 46 della Marina Militare Italiana spiaggiato sul bagnasciuga.

I passanti hanno subito allertato la guardia costiera e i carabinieri che si sono accorti di non avere davanti un residuato bellico, come può accadere, ma un'arma di recente produzione. Un siluro nuovo insomma, di quelli lanciati da navi o anche elicotteri. Fortunatamente era innocuo, visto che mancava l'innesco.

Sono comunque intervenuti gli artificieri che l'hanno portato via con le dovute precauzioni. Ma com'è potuto finire da quelle parti? Pare che nell'ultima settimana la Marina Militare di stanza a Taranto abbia effettuato delle esercitazioni proprio al largo del litorale jonico. Ed ecco spiegato come il siluro possa essere finito lì.

Come scrive Wikipedia: il Mk 46 è stato, dagli anni ’60, il siluro ASW da 324mm (12,5 pollici) americano e poi occidentale, con una portata di 11km, velocità di 45 nodi, quota di 450m e testata da 45kg. Tutto questo e la capacità di autoguida attiva-passiva, l’hanno reso migliore del precedente Mk 44, tranne che in bassi fondali.

siluro

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO