Le prime pagine di oggi: venerdì 4 luglio

La rassegna stampa dei principali quotidiani in edicola.

Le prime pagine di oggi: venerdì 4 luglio

Il discorso di Matteo Renzi al Parlamento Europeo continua a tenere banco: dopo lo scontro con il Ppe, oggi è la Bundesbank ad attaccare il premier italiano, accusato di voler "dire alla Germania cosa deve fare". In difficoltà anche Silvio Berlusconi, alle prese con la rivolta dei suoi dopo il rinnovato accordo sull'Italicum proprio con Renzi. Si parla molto, nelle prime pagine dei giornali, anche dell'addio di Giovanni Floris alla Rai con il conseguente passaggio a La7. All'estero tiene banco invece la guerriglia che sta esplodendo in Palestina in seguito all'uccisione dei tre ragazzi israeliani e la tempesta che si è scatenata a New York.

Le prime pagine di oggi: venerdì 4 luglio

La Stampa apre con: "Conti Ue, attacco tedesco a Renzi". Titolo molto simile per il Corriere: "Conti, gelo tedesco sull'Italia" e anche per Repubblica ("La Bundesbank attacca Renzi: 'Ci dice cosa fare'". La conseguenza la tra l'Unità, che mette in prima pagina la richiesta delle parti in causa: "Ora Juncker batta un colpo". Il Tempo apre invece con la cronaca romana: "Pallottole ai piani alti della Roma bene"; così come il Manifesto che parla di "Saluti romani".

Terzo tema di giornata è l'accordo tra Renzi e l'ex Cavaliere. Europa apre con: "La benzina europea spinge Berlusconi a rispettare i patti", anche se dovrà vedersela con i suoi, come spiega Repubblica: "Patto premier-Berlusconi, Fi si ribella". La conseguenza, per il momento, è sintetizzata dall'Avvenire: "Riforme, si accelera, anche Draghi spinge". Lo stesso Draghi che finisce sulla prima pagina del Sole 24 Ore: "Draghi: mille miliardi per i crediti".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO