Somalia, bomba al Parlamento di Mogadiscio: 5 morti

Un altro attentato terroristico di al-Shabab nella capitale somala, a pochi giorni dall’uccisione del deputato Ahmed Mohamud Hayd

Questa mattina, a Mogadiscio, l’esplosione di un’autobomba nei pressi del Parlamento somalo e a un centinaio di metri dal Palazzo presidenziale ha fatto 5 vittime fra soldati e civili. Lo scoppio è avvenuto metri i deputati erano riuniti in Parlamento.

Al-Shabab, il gruppo ribelle che combatte il governo somalo appoggiato dalle Nazioni Unite ha rivendicato l’attentato:

Questo è il nostro secondo attacco contro il palazzo del Parlamento e continueremo,

ha dichiarato lo sceicco Abdiaziz Abu Musab, portavoce di al-Shabab per le operazioni militari.

Quattro mesi fa i miliziani di al-Shabab legati ad al-Qaeda avevano già attaccato il palazzo presidenziale causando dieci vittime. Il gruppo islamico ha perso il controllo della capitale somala dal 2011 e, da allora, ha realizzato numerosi attacchi terroristici e omicidi mirati come quello del deputato Ahmed Mohamud Hayd, ucciso qualche giorno fa.

L’Onu ha condannato severamente l’attacco di quest’oggi e anche il ministro degli Esteri Federica Mongherini ha voluto dimostrare solidarietà alle vittime dell’agguato con un comunicato emanato dalla Farnesina:

Ancora una volta si cerca, con un attentato terroristico, di destabilizzare e rendere ancora più fragile la Somalia. Voglio esprimere la vicinanza mia e dell'intero governo alle autorità somale e alle famiglie delle vittime. (..) Con il Corno d'Africa e la Somalia in particolare abbiamo forti legami che intendiamo rinsaldare con la riapertura dell'ambasciata italiana a Mogadiscio.

SOMALIA-UNREST-BOMBING

Via | Al Jazeera

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO