Afghanistan attentato suicida: colpita la base di Bagram, 16 morti

Attacco kamikaze vicino alla base aerea americana di Bagram, in Afghanistan: uccise almeno 16 persone. Rivendicazione dei talebani.

Attentato suicida alla base aerea di Bagram, nel nordest dell'Afghanistan. Secondo le prime informazioni, riportate dalla Bbc, tra le vittime del kamikaze ci sarebbero 16 morti, tra cui quattro soldati della Nato, due agenti di polizia e dieci civili. A Bagram si trova la più grande base aerea statunitense dell'Afghanistan. La Reuters parla di 18 vittime, tra cui sei soldati dell'Alleanza Atlantica.

L'attentato avviene nel bel mezzo di una possibile crisi, dettata dai risultati delle presidenziali. I sostenitori del candidato probabilmente sconfitto, Abdullah Abdullah, hanno fatto sapere che il loro leader è pronto a creare un governo parallelo se dovesse vincere il suo rivale, Ashraf Ghani Ahmadzai. Il segretario di Stato americano, John Kerry, ha però avvertito che non accettare il risultato significherebbe riportare il Paese nel caos.

Quello di oggi è il più grave attacco compiuto in questo 2014 in Afghanistan contro forze straniere. Poco dopo l'attentato i talebani hanno rivendicato l'azione, dicendo che è stata attaccata una pattuglia della Nato nella provincia di Parwan, a nord della capitale Kabul. Gli insorti hanno parlato di 15 soldati dell'alleanza uccisi nell'attacco suicida. La forza internazionale a guida Nato non ha voluto commentare.

Bagram

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO