Terremoto Fukushima 12 luglio: reattori intatti, revocato allarme tsunami

Nella notte giapponese forte scossa di terremoto vicino all'isola giapponese di Fukushima. Non ci sono danni, rientrato l'allarme tsunami.

Terremoto al largo di Fukushima, in Giappone. La scossa è stata registrata alle 4.20 ora locale (le 21.20 di ieri sera in Italia) dall'Istituto Geologico Usa, che ha diramato l'allerta tsunami di intensità 4 per le prefetture di Myagi e Fukushima, con possibili onde alte fino a un metro. Il sisma è stato di magnitudo 6,5 e l'epicentro è stato localizzato 129 km al largo delle coste della principale isola giapponese di Honsu.

Due ore dopo la scossa, è cessato l'allarme tsunami. Onde di 20 centimetri hanno raggiunto la costa tra le città di Ishinomaki e Ayukawa 50 minuti dopo il terremoto. In altre zone, sono state osservate onde ancora più basse. Il terremoto non ha provocato danni neanche agli edifici; per precauzione, è stato diffuso l'ordine di evacuazione immediata della città di Kuji, nella prefettura di Iwate, più a nord, dove nel 2011 si registrò l'onda anomale di 40,5 metri.

L'altra grande preoccupazione riguardava la centrale di Fukushima Daiichi e altri due impianti nucleari lungo la costa: non hanno subito danni. I reattori vengono raffreddati in maniera regolare, ha riferito l'authority giapponese per la sicurezza nucleare. La Tokyo Electric Power Co (Tepco), gestore della centrale di Fukushima, ha chiesto ai dipendenti di recarsi in zone lontane dalla costa per precauzione.

Secondo la Tepco, comunque, non ci sarebbero danni né al reattore numero uno, né al reattore numero due. L'ipocentro è stato localizzato ad appena 10 chilometri di profondità, dunque poco profondo e più facilmente avvertibile in superficie. Si è trattato comunque di un terremoto di intensità molto inferiore a quello dell'11 marzo 2011, di magnitudo 9. Distruttivo.

Terremoto Fukushima

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO