Francia: ministro della Giustizia una 'scimmia', condannata a 9 mesi

Multa e condanna a nove mesi di carcere per Anne Sophie Leclere, che aveva paragonato il ministro della Giustizia francese Christiane Taubira a una scimmia.

Aveva paragonato il ministro della Giustizia francese Christiane Taubira a una scimmia: è stata condannata a nove mesi di carcere dal tribunale della Guyana francese di Cayenne. Questa la pena inflitta ad Anne Sophie Leclere, ex candidata alle Comunali per il Front National di Le Pen: aveva infatti diffuso in rete un fotomontaggio che mescolava l'immagine del ministro e quella di una scimmia.

Oltre ai nove mesi di carcere, Anne Sophie Leclere per cinque anni sarà ineleggibile e dovrà pagare una multa da 50 mila euro. Aggiunta pure una sanzione da 30 mila per il Front National, partito che in seguito alla polemica l'aveva esclusa dalle liste. Leclere e Fn hanno fatto ricorso contro il verdetto. A denunciare la donna, originaria delle Ardenne, è stato il partito fondato dalla stessa guardasigilli, Walwari.

Il caso di Taubira ricorda molto da vicino quello di Cecile Kyenge. Entrambe bersaglio di razzismo una volta diventate ministri. Nel caso francese, Taubira ha pure avuto la prima pagina del settimanale Minute con tanto di invito a "ritrovare la banana", in un articolo in cui veniva definita "furba come una scimmia".

La condanna a nove mesi è più di ciò che aveva chiesto il pm, ossia 4 mesi e 5 mila euro di multa. Ma il tribunale ha ritenuto che la pena dovesse essere maggiore perché l'offesa riguardava un'istituzione e perché il caso era stato amplificato a livello nazionale. Dicevamo di Kyenge: anche in questo caso, c'è stata la condanna per Agostino Pedrali, ex assessore leghista di Coccaglio, in provincia di Brescia.

Sul suo profilo Facebook aveva messo vicini Kyenge e una scimmia. Lui è stato condannato a due mesi, con pena sospesa. Un paio di giorni dopo, Pedrali si dimise, giustificandosi così: "E' stato un tentativo maldestro di sdrammatizzare la situazione". Oltre alla foto sul profilo fb, c'era il titolo: "Separate alla nascita" e un commento di questo tenore: "Dite quello che volete ma non assomiglia a un orango, dai guardate bene".

Christiane Taubira

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO