Le prime pagine di oggi, domenica 20 luglio 2014

L'assoluzione di Berlusconi ancora in primo piano

Le prime pagine di domenica 20 luglio
Le conseguenze, a vario titolo, dell'assoluzione di Silvio Berlusconi nel processo Ruby, continuano a occupare le prime pagine dei giornali anche oggi, a due giorni dalla sentenza, surclassando la politica estera.

Il Corriere della sera apre con l'intenzione dell'ex premier di rivoluzionare Forza Italia, "Berlusconi: cambio il partito", mentre Repubblica si concentra su un altro tema tornato prepotentemente in auge in queste ore, e cioè quello della grazia presidenziale per l'ex Cavaliere: "Grazia a Berlusconi, il Colle non cambia idea: è un capitolo chiuso". Al centro, si parla anche dell'ennesima strage di immigrati a Lampedusa. La Stampa titola "Riforme, Boschi accelera: Finito il tempo per trattare".

Il tema è, ovviamente, al centro delle prime pagine dei quotidiani di centrodestra. Il Giornale titola "L'ora dei rosiconi", riferendosi agli opinionisti di sinistra "traumatizzati" dall'assoluzione del premier. Stesso termine usato anche da Libero che titola al centro "Travaglio & c. Chi vince il premio rosicone", mentre in apertura "Il piano di Berlusconi per tornare a vincere".

L'Unità si distingue aprendo con l'allarme dei sindacati, "Lavoro prima emergenza", mentre il manifesto dedica l'apertura all'immigrazione, "La guerra del mare". Il Fatto quotidiano intervista invece il pm di Palermo Nino Di Matteo che spiega l'assoluzione di Berlusconi con le manovre del Quirinale: "L'accusa del pm Di Matteo: troppe pressioni dal Colle".
Le prime pagine di domenica 20 luglio

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO