Trento: insegnante lesbica licenziata dalla scuola. Il ministro Giannini: "Interverremo"

La vicenda è diventata rapidamente un caso politico


Si è trasformato in poche ore in caso politico la storia dell'insegnante di Trento licenziata perché lesbica. Della vicenda si sono occupati diversi quotidiani ieri e oggi, riepilogando la storia e intervistandone l'involontaria protagonista. Si tratta di una insegnante che già da alcuni anni lavorava presso l'istituto privato "Sacro Cuore" di Trento. Al termine dell'anno scolastico la donna è stata convocata dalla dirigente scolastica che l'ha messa davanti a diverse voci sulla sua sessualità e le ha chiesto espressamente se fosse lesbica.

La donna si è rifiutata di rispondere, e il suo contratto con l'istituto non è stato rinnovato. Inizialmente la scuola aveva negato che dietro il licenziamento ci fosse altro che la normale scadenza del contratto di lavoro, ma poi la dirigente dell'istituto si è contraddetta ammettendo che l'allontanamento è dovuto alle inclinazioni sessuali della docente, ma negando qualsiasi discriminazione.

La madre superiora Eugenia Libratore ha dichiarato di aver fatto una valutazione «di carattere etico morale», e di aver ritenuto che la docente non vivesse serenamente la propria condizione. Le sue domande esplicite all'insegnante erano dovute alla volontà di trovare una "soluzione alternativa", ma la "chiusura" della donna ha portato alla rottura del rapporto di lavoro. La vicenda è stata denunciata dalla lista Tsipras del Trentino e il caso è diventato politico perché la scuola, privata, percepisce contributi statali.

Ecco perché è intervenuto in poche ore il Ministero della Pubblica istruzione, con Stefania Giannini che ha assicurato che "valuterà il caso di Trento con la massima rapidità" e se emergesse un episodio "legato a una discriminazione di tipo sessuale agiremo con la dovuta severità". Il ministero procederà a "un confronto chiaro e doveroso con le parti coinvolte". "In queste ore - ha aggiunto - sto raccogliendo gli elementi utili a comprendere tutti gli aspetti".

Matteo Renzi Government To Face Confidence Vote At The Italian Chamber Of Deputies

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO