Maarten De Jonge, l'uomo scampato a entrambi i voli malesi

Si doveva imbarca sul volo MH370 nel marzo scorso. E anche sul MH17. Ma all'ultimo ha cambiato i piani.

Ingannare la morte anche una volta sola è un'impresa epica, come insegna il capolavoro di Bergman Il Settimo Sigillo. Riuscire a farlo due volte è qualcosa a cui si stenta a credere. Eppure, in un certo senso, è quanto è riuscito a fare Maarten De Jonge, senza ombra di dubbio l'uomo più fortunato al mondo. Si doveva imbarcare a marzo sul volo MH370, il volo "scomparso" della Malaysia Airlines, ma ha modificato i suoi piani all'ultimo minuto. E pochi giorni fa doveva imbarcarsi sul volo MH17, ma ancora una volta ha cambiato idea.

Maarten De Jonge, 29 anni, è un ciclista olandese che corre per la squadra malese Terengganu, ed ecco la ragione per cui così spesso ha necessità di imbarcarsi su aerei della Malaysia Airlines. A marzo infatti avrebbe dovuto prendere il volo MH370 per partecipare a una gara, ma all'ultimo momento decise di cambiare volo perché quello prenotato prevedeva troppi noiosi scali intermedi. Giovedì scorso, invece, ha deciso all'ultimo di disdire i biglietti per il volo MH17 per prenderne un altro molto più economico.

La sua storia sta ovviamente facendo il giro del mondo, De Jonge è un vero e proprio miracolato. E dà anche mostra di buon senso spendendo qualche parola sulla vicenda alla tv olandese: "Potevo imbarcarmi sul volo di giovedì senza problemi. È una cosa inconcepibile. Sono molto dispiaciuto per tutti i passeggeri e le loro famiglie ma allo stesso tempo sono molto felice di essere vivo ed illeso. In ogni caso voglio precisare che come sono felice per me e la mia famiglia per non essere stato su quel volo, allo stesso la mia storia è nulla in confronto alla morte di tante persone”.

maarten-dejonge

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO