La "lezione" di Schettino alla Sapienza: il rettore si dissocia

Due ore di lezione sulla gestione del controllo del panico: "Sono un esperto".

Aggiornamento ore 14.07 - Che non si fosse trattato di una vera lezione, ma di un intervento in un convegno si sapeva. Così com'era chiaro che il luogo non era certo l'aula magna della Sapienza, ma una sistemazione molto più modesta. Come segnala il sito Bufale.net è però anche il caso di segnalare che l'intervento di Schettino non è stato sulla "gestione del controllo del panico" (cosa a cui fatto riferimento lui), ma una ricostruzione di quanto avvenuto.

Aggiornamento 12.59 - Eccolo il comunicato ufficiale con cui il rettore si dissocia dal master in cui Schettino ha potuto tenere una "lezione" (la versione integrale qui):

Tutti ricordano il dialogo da Livorno tra il Comandante dell’area-Tirreno e lo Schettino, con l’ordine perentorio di ritornare sulla nave, che nel mezzo del disastro era stata abbandonata dallo Schettino con i passeggeri in grave pericolo. Basterebbe questo per bollare l’iniziativa del direttore del Master prof. Mastronardi come deviante rispetto alle finalità di un qualsiasi evento accademico. Alle patetiche scuse del Prof. Mastronardi, immediatamente chiamato telefonicamente dal rettore, fa riscontro il programma, ora acquisito, di “Sabato 5 luglio 2014, Circolo Aeronautica, Casa dell’Aviatore, … ore 11.00-12.30 - Ricostruzione dell’evento critico della Costa Concordia con l’aiuto della grafica in 3D… commenterà il COMANDANTE FRANCESCO SCHETTINO”. Proprio il programma accentua la gravità dell’episodio per le sedi (Università e Aeronautica militare), per l’assenza di contradditorio.

Aggiornamento 11.59 - Con un tweet che segue di un mese la lezione di Schettino organizzata da un docente della Sapienza di Roma, il rettore dell'Università romana si dissocia da quanto avvenuto:

Si torna a parlare dell'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino, imputato di omicidio colposo plurimo, naufragio e abbandono dell'imbarcazione da lui guidata. Ma questa volta le luci per Schettino erano quelle della ribalta: ha infatti tenuto una lectio magistralis un intervento alla facoltà di Medicina della Sapienza di Roma. Una tre giorni di lezioni in scienze criminologiche organizzato dalla cattedra di Psicopatologia forense intitolata "dalla scena del crimine al profiling". Non immaginatevi un'aula magna con centinaia di studenti, dalle foto apparse in rete si trattava di una situazione molto più modesta.

Il nome di Francesco Schettino compariva fin dall'inizio sulla brochure: "Dovevo illustrare la gestione del controllo del panico. O meglio, qual è la componente umana in situazioni del genere. Ho viaggiato in ogni mare del mondo. So come ci si comporta in casi del genere, come bisogna reagire quando ci sono equipaggi di etnie diverse". E a suo dire, il panico l'ha gestito alla grande anche durante il naufragio della Concordia, senza mai esserne sfiorato.

"Ci sono studi accademici comparativi — riporta Qn — che mettono a confronto il disastro della Costa Concordia rispetto ad altre tragedie simili. Come mai, durante l’attentato alle Torri Gemelle, c’erano persone che si lanciavano dalle finestre e durante il naufragio della Concordia nessuno fece un gesto del genere?". Il merito, sembra di capire, è tutto suo.

Si è parlato anche direttamente della Costa Concordia: Schettino era aiutato dall'ingegner Paduano e dalla grafica in 3D che ricostruiva il naufragio; ribadendo come l'avvenuto fosse solo un incidente e come non ci fosse nulla di strano nel "far navigare una nave di 350 metri di lunghezza a sedici nodi a circa 30 metri da un’isola". E alla fine di tutto, Schettino si è conquistato il suo riconoscimento accademico.

lezione schettino

lezione schettino 2

Immagini | Tgcom 24

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO