Il sospetto ladro delle cartelle cliniche di Schumacher si è suicidato in cella

L'uomo si è impiccato nel carcere di Zurigo.

Era sospettato di aver rubato le cartelle cliniche di Michael Schumacher e per questo si trovava in carcere a Zurigo, in seguito alla denuncia fatta da Sabine Kehm, manager del pilota, lo scorso giugno. E proprio nella sua cella, poche ore fa, l'uomo si è impiccato.

L'identità non è stata rivelata, ma si sa che l'uomo lavorava per una compagnia svizzera responsabile dell'organizzazione del trasporto del pilota dall'ospedale di Grenoble alla clinica svizzera.

Per la cessione del materiale, secondo l'accusa, l'uomo aveva chiesto 50mila euro a diverse testate, che si erano però rifiutate di pubblicare la notizia.

Dopo l'incidente sugli sci a Meribel e un lunghissimo tempo trascorso in coma, Schumacher sta ora seguendo un delicato iter di riabilitazione in una clinica privata svizzera.

AUTO-PRIX-F1-BRAZIL-SCHUMACHER

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO