Ebola: dichiarata l'emergenza sanitaria anche in Guinea

La Guinea dichiara lo stato di emergenza nazionale per l'ebola, in Nigeria c'è una terza vittima. Il Canada invia dosi di farmaco sperimentale

Anche la Guinea ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria nel Paese a causa dell'epidemia del virus ebola. E' stato il presidente Alpha Condé a firmare il decreto, seguendo i consigli dati dall'Organizzazione mondiale della sanità. Il virus continua a colpire con forza, oltre alla Guinea, la Sierra Leone, la Liberia e la Nigeria.

Si attendono i trattamenti sperimentali 'autorizzati' dall'Onu, ma intanto in Nigeria si conta una terza vittima. Si tratta di un funzionario della Comunità economica degli stati dell'Africa occidentale (Ecowas). La febbre emorragica, come ha reso noto l'Organizzazione internazionale regionale nigeriana, ha portato al decesso di Jatto Asihu Abdulqudir, 36 anni, membro dell'ufficio di coordinamento a Lagos.

Abdulqudir era stato in contatto con un cittadino liberiano, Patrick Sawyer, morto per il virus in un ospedale a Lagos il 25 luglio, ed era stato messo in quarantena. Un infermiere, che aveva curato il liberano, era morto anche lui la settimana scorsa a Lagos. La comunità internazionale si sta mobilitando per contenere l'epidemia di ebola. L'ultimo Paese a intervenire direttamente è il Canada.

Dal Paese nordamericano sono state donate mille dosi di un farmaco sperimentale. L'uso è stato dichiarato 'etico' dal comitato di esperti riunito dall'agenzia. Questi medicinali sono però disponibili in quantità limitata. Lo ZMapp - altro vaccino sperimentale - è stato infatti esaurito dopo l'invio gratuito alla Nigeria di alcune dosi richieste.

ebola Guinea

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO