Ebola: il Kenya chiude le frontiere

Il Kenya da martedì chiude le frontiere con Liberia, Sierra Leone e Guinea per paura di ebola. In Liberia apre un nuovo centro medico, in Nigeria medici e infermieri scappano dagli ospedali per paura del contagio

Il Kenya ha deciso di chiudere le frontiere con Guinea, Liberia e Sierra Leone, sperando così di evitare l'arrivo del virus ebola. Da martedì, ai viaggiatori in arrivo dai tre Paesi dell'Africa occidentale sarà vietato l'ingresso sul territorio kenyano. Sempre da martedì, la compagnia aerea nazionale Kenya Airways e il settore regionale della compagnia Gambia Bird sospenderanno tutti i voli versi questi tre Stati.

Il ministro della Salute, James Macharia, ha fatto sapere che i passeggeri provenienti da Guinea, Liberia e Sierra Leone, anche via mare, non potranno entrare in Kenya. Sono esclusi i professionisti sanitari impegnati negli sforzi per contenere l'epidemia e i cittadini del Kenya che hanno necessità di tornare in patria. Queste persone, all'arrivo, verranno esaminate attentamente e sottoposte a quarantena se necessario. Al momento, ci sono cinque casi sospetti di ebola in Kenya. Tutti risultati negativi al test che appura la presenza della malattia.

La situazione in Liberia si sta intanto aggravando. E' stata decisa l'apertura di un nuovo centro per curare i pazienti, che sono sempre di più. La struttura di Monrovia ha superato già ampiamente il numero massimo di pazienti curabili, che sono 25 (oggi ne ospita 80). Il nuovo centro dovrebbe avere spazio per 120 letti, ma potrebbero essere triplicati se la pandemia dovesse aggravarsi.

In Nigeria voci incontrollate fanno sapere che medici e infermieri starebbero scappando dagli ospedali per paura di rimanere infettati. Lo riferisce il quotidiano locale Punch, sottolineando che la situazione è particolarmente grave all'ospedale Yaba Mainland di Lagos, dove alcuni ammalati sono ricoverati in isolamento. Al momento, si registrano undici contagi, con quattro vittime. Una di loro è un'infermiera e questa notizia avrebbe provocato defezioni fra il personale, su pressione delle famiglie. La situazione è aggravata dallo sciopero di sette settimane del personale medico, a cui il governo ha risposto licenziando 16 mila persone.

Kenya ebola

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO