Ebola: il Senegal blinda i cieli

Il governo del Senegal ha deciso di interrompere i collegamenti aerei con i Paesi più colpiti dal virus ebola.

Il Senegal ha deciso di vietare tutti i voli con Guinea, Sierra Leone e Liberia, dove si registra la quasi totalità dei decessi per l'ebola. Il ministro del Turismo e del Trasporto aereo di Dakar, Abdoulaye Diouf Sarr, ha spiegato il provvedimento: "Abbiamo rafforzato la nostra strategia di protezione, sospendendo i servizi di collegamento con i Paesi colpiti da ebola".

I morti per l'epidemia sono ormai oltre 1.400, secondo le ultime stime dell'Organizzazione mondiale della sanità. Air France, una delle poche compagnie che ancora assicura i collegamenti con i Paesi colpiti dal virus, ha aumentato le precauzioni per i passeggeri e per i membri di equipaggio, ma la situazione pare essere fuori controllo. A sentire i sindacati.

"Gli equipaggi sono a rischio quando pernottano in quei Paesi poiché non hanno alcune tipo di protezione. Air France fornisce una mascherina a ogni membro dell'equipaggio e quelle mascherine, una volta indossate, possono essere utilizzate soltanto per cinque ore; quindi, quando ci si ferma per 24 o 48 ore, se succede qualcosa non si è protetti".

ha tuonato Patrick Henry-Haye, rappresentante sindacale dei piloti di Air France.

Intanto, si registrano altri casi sospetti al di fuori dei confini africani. In Spagna, infatti, due uomini di origini africane sono ricoverati in isolamento. La buona notizia è invece la completa guarigione di medico e infermiera infettati dal virus, grazie alla somministrazione del siero sperimentale Zmapp.

Ebola

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO