Kenya: jihadisti decapitano autista cristiano

Il gruppo fondamentalista di al Shabaab ha decapitato un autista cristiano sequestrato insieme a tre commercianti musulmani in Kenya.

Dopo James Foley, un'altra decapitazione da parte degli jihadisti. Questa volta si tratta dei fondamentalisti somali al Shabaab e la vittima è un cristiano kenyano, sequestrato e poi decapitato vicino all'isola di Lamu, nel nord del Paese africano. L'autista era stato rapito insieme ad altre persone, tutte musulmane, che successivamente sono state rilasciate.

Secondo fonti della polizia - citate da media locali e dall'Afp - i fondamentalisti avevano sequestrato i quattro uomini, tre commercianti islamici e un autista cristiano - mercoledì scorso, portandoli nella foresta di Boni. Il corpo mutilato di George Mwita è stato ritrovato venerdì. Fonti della sicurezza hanno aggiunto che gli assalitori, prima di mozzargli la testa, gli avevano legato le mani. Le autorità locali hanno fatto sapere di essere alla ricerca degli assassini.

I tre uomini che sono stati rilasciati hanno fatto sapere che gli assalitori erano armati e che si sono presentati come combattenti Shabaab in missione in Kenya per rappresaglia all'intervento delle forze dell'esercito di Nairobi nel Paese confinante. Il gruppo di fondamentalisti si ispira ad al Qaeda e non è la prima volta che varca i confini per compiere attentato sanguinari.

A metà giugno, l'arcipelago di Lamu - che tra l'altro è stato dichiarato patrimonio mondiale dall'Unesco - fu teatro di attacchi condotti dagli stessi estremisti, con la morte di decine di persone. Assalti rivolti a dissuadere i turisti occidentali dal recarsi in queste bellissime aree del Paese. I miliziani di Shabaab interpretano rigidamente la Shaaria, con lapidazione per le adultere, taglio di mani e piedi ai ladri, frustate contro gli stupratori e matrimoni forzati.

Se dalla capitale Mogadiscio questo gruppo è stato scacciato, nel sud e nel centro della Somalia - specialmente nelle zone rurali - continua a dettare legge. In altre regioni del continente africano, altri gruppi come quello salafita di al Qaeda nel Maghreb islamico e Boko Haram in Nigeria usano la violenza e la costrizione per allargare i confini della propria dottrina. Senza dimenticare i fondamentalisti sunniti dell'Isis e al Qaeda nello Yemen.

al Shabaab

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO