Nigeria, Boko Haram annuncia il califfato islamico

Dopo avere conquistato Damboa e Buni Yadi, il gruppo di combattenti islamici ha posto sotto controllo anche Gwoza

Boko Haram, il gruppo di combattenti salito alla ribalta negli scorsi mesi per avere rapito 63 ragazze e per avere rapito la moglie del vicepremier camerunese ha proclamato quest’oggi il “califfato islamico” a Gwoza, nello stato di Borno, in Nigeria.

Con un videomessaggio i combattenti di Boko Haram hanno ringraziato Allah per avere “concesso vittoria a Gwoza” e per averla resa parte “del Califfato islamico” e hanno sottolineato come la città non abbia ora “nulla a che vedere con la Nigeria”.

Alcuni giorni fa Boko Haram aveva conquistato Buni Yadi, una località nello stato orientale di Yobe. Alkcuni superstiti avevano riferito di esecuzioni sommarie, saccheggi e posti di blocco. Secondo l’Onu, nelle ultime settimane Boko Haram ha posto sotto il proprio controllo anche Damboa nello Stato di Borno.

Dunque se il califfato di Abu Bakr al-Baghdadi si sta espandendo in Medio Oriente. In Africa sono i Boko Haram a parlare di califfato islamico. E proprio come avviene in Medio Oriente, secondo quanto riferito dei vescovi nigeriani, la strategia dei combattenti sta cambiando: se prima si limitavano ad attentati, ora hanno imbastito una strategia più complessa che prevede il copntrollo di spazi sempre più vasti del territorio nigeriano.

Sono 35 i poliziotti di un centro d'addestramento dispersi di recente dopo un attacco del gruppo integralista.

Strage in dormitorio

Via | Al Jazeera

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO