A Fasano matrimonio indiano da favola. I pro-marò protestano

La sposa è la terzogenita del magnate indiano del ferro Pramod Agarwal.

Venti tir sono arrivati a Savelletri di Fasano, carichi di materiale per la realizzazione di strutture ed effetti speciali sul due terreni che sono stati affittati in piena campagna pugliese da una famiglia indiana per celebrare un matrimonio.

Si tratta delle nozze della terzogenita di Pramod Agarwal, magnate indiano del ferro, che, come si dice in questi casi, proprio non bada a spese, tanto da aver ingaggiato l'agenzia Balich Worldwide Shows per curare il tutto, vale a dire l'agenzia che ha curato l'organizzazione delle Olimpiadi di Londra nel 2012 e quelle invernali di Sochi quest'anno.

Saranno allestiti dei capannoni, ci saranno enormi creazioni ornamentali e perfino due elefanti che dovranno accompagnare lo sposo e la sposa passando tra gli ulivi.
Anche Justin Timberlake e Jessica Biel si sono sposati a Savelletri di Fasano, ma si sono accontentati di un resort a cinque stelle. La coppia indiana, invece, sta facendo costruire da zero le strutture che serviranno per celebrare un matrimonio più eccentrico di quello dei film di Bollywood. Neanche il royal wedding di William e Kate è stato così sfarzoso.

Intorno all'evento, però, ci sono asprissime polemiche tanto che su Facebook è nato un gruppoche si chiama "Nessun amministratore fasanese al matrimonio indiano".

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Sì perché a molti sostenitori dei marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, che da più di due anni sono trattenuti in India, accusati dell'omicidio di due pescatori del luogo, non va giù il fatto che la ricca coppia indiana vada a sposarsi proprio lì e non vogliono assolutamente che le autorità pugliesi si facciano vedere a quel matrimonio.

La casella e-mail del sindaco di Fasano Lello Di Bari è stata invasa da messaggi provenienti in gran parte dai militari dell'Accademia navale di Livorno, che non vogliono che i politici del luogo si facciano vedere a quel matrimonio.

Un matrimonio che tra l'altro richiede enormi misure di sicurezza già al di là delle possibili manifestazioni di protesta che potrebbero esserci da parte dei pro-marò. All'evento, infatti, sono invitati personaggi di spicco della politica e dell'economia internazionale e anche star del mondo dello spettacolo. Tra che siano stati invitati anche Shakira e i Gothan Project. In totale gli ospiti sono circa 800 e per loro c'è bisogno delle massime misure di sicurezza.

I parenti dei marò, tuttavia, non vogliono vedere alcun collegamento tra i matrimonio indiano che andrà in scena dal 3 al 6 settembre, con la vicenda di Salvatore e Massimiliano.

Alla Gazzetta del Mezzogiorno Paola Moschetti, compagna di Latorre, dice:

"Non mi sento di commentare. Quando ci saranno novità sulla vicenda, speriamo presto, allora commenteremo quelle. Ma ora non credo sia utile entrare in polemica per questo avvenimento. Con la vicenda dei fucilieri non c'entra nulla: non serve polemizzare"

Alessandro Girone, fratello di Salvatore, dice:

"Certo il fatto che in Italia vengano concessi questi spazi nonostante ci sia in ballo la vicenda dei fucilieri, può dare fastidio, ma credo non vada a condizionare e non influisca sul caso di Massimiliano e Salvatore. A noi interessa solo che possa risolversi presto questo caso e che i governi italiano e indiano trovino presto un accordo"

Tra l'altro anche l'altra figlia di Pramod Agarwal, Vinita, si è sposata in Italia tre anni fa con il suo Muquit, ma come location ha scelto Venezia (nella foto qui in basso) e tra gli ospiti ci furono proprio Shakira e i Gothan Project

Matrimonio indiano da favola a Fasano

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO