Nubifragi nel Gargano, ritrovato anche il corpo di Vincenzo Blenx

Previsto un soprallugo del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.

Aggiornamento lunedì 8 settembre 2014 - Anche il corpo di Vincenzo Blenx è stato recuperato. Il 70enne era stato trascinato in acqua datato mattina dall'alluvione che ha colpito Peschici ed era stato dato per disperso. Questa mattina il suo corpo è stato ritrovato dai marinai della Capitaneria di Porto di Vieste.
Intanto in tutte le zone colpite dal maltempo sono in corso le operazioni per ripristinare le strade. L'esercito è a lavoro e stamattina ci sarà anche un sopralluogo del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.
I danni per turismo, agricoltura e allevamenti sono molto ingenti.

Ritrovato il corpo di Antonio Facenna


Domenica 7 settembre 2014

20:00 - Il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, si è recato oggi in Puglia per verificare di persona le conseguenze del maltempo degli ultimi giorni e questa sera, al termine dell'incontro nella prefettura di Foggia con i 14 sindaci dei comuni colpiti dalle alluvioni, ha dato il via libera alla dichiarazione dello stato di emergenza:

Attendiamo che la Regione effettui la ricognizione del danno, credo ci siano le condizioni per la dichiarazione dello stato di emergenza. Ovviamente andremo a quantificare il contributo di questa prima fase all'esito della ricognizione che la Regione unitamente alle strutture comunale e provinciali andrà ad effettuare. Ci sono interventi di Protezione Civile, legati al momento emergenziale, ma ci sono anche una serie di interventi di carattere strutturale per quelle che sono le situazioni di messa in sicurezza più complessiva del territorio.

Aggiornamento domenica 7 settembre 2014 - È stato ritrovato ieri sera il corpo senza vita di Antonio Facenna, l’allevatore di 24 anni svanito nel nulla la sera del 4 settembre, quando era uscito nonostante il maltempo per andare a controllare le condizioni della sua masseria e del bestiame. La notizia del ritrovamento, avvenuto nel punto in cui era già stata trovata la sua vettura, è stata confermata dalla Prefettura.

Proseguono senza sosta, invece, le ricerche del 70enne scomparso ieri nel mare di Peschici.

L'emergenza maltempo continua nel foggiano


Sabato 6 settembre 2014

15:20 - Continua l'emergenza maltempo nella zona di Foggia e, in particolare, nella zona del Gargano, nel nord della Puglia: le operazioni di soccorso da parte delle forze dell'ordine dispiegate sul territorio al momento hanno consentito di mettere in salvo i villeggianti che erano nei campeggi e negli alberghi di Peschici, comune particolarmente interessato dagli allagamenti e parzialmente isolato per la non percorribilità di numerose strade d'accesso.

Non si hanno invece notizie di una famiglia, padre, madre e due figli, che erano in vacanza nel Gargano a bordo di un camper, che sarebbe stato travolto dalle acque. Nel frattempo è stato recuperato al largo della Marina di Peschici la seconda persona dispersa: il corpo, ritrovato da una motovedetta della Capitaneria di porto, appartiene ad una persona anziana della quale non sono state rese note le generalità. Nessuna notizia invece di Antonio Facenna, il 24enne allevatore di Vico del Gargano disperso dalla sera di mercoledì scorso quando era uscito da casa per verificare la situazione alla sua masseria e al bestiame che vi era custodito, nelle campagne di Carpino.

Aggiornamento sabato 6 settembre, ore 13.15 - Solo da domani il maltempo abbandonerà il Gargano, l'area maggiormente interessata da nubifragi ed allagamenti. La zona più colpita dai nubifragi è quella tra Peschici e Vieste dove nella notte si è abbattuto un violento temporale che ha allagato campeggi e masserie: sul posto stanno operando anche due elicotteri dei Vigili del Fuoco che sorvolando le zone più critiche. Intanto già dalle prime ore del mattino sono stati evacuati alcuni campeggi e case isolate tra Peschici e Vieste.

Il sindaco di Peschici, in collegamento telefonico con SkyTg24, ha detto che la Protezione Civile non ha lanciato alcun allarme e che nessuno della PC è in questo momento attivo per fronteggiare l'emergenza. La Prefettura di Foggia parla di due dispersi, case allagate e di campeggi interi evacuati per il rischio enorme causato dalle incessanti piogge.

Trovata l'auto del disperso


Venerdì 5 settembre 2014

Ore 9:15 - È stata individuata in un canale l'auto di Antonio Facenna, il giovane allevatore di Vico del Gargano disperso da ieri. Vigili del fuoco e sommozzatori sono all'opera per recuperare l'utilitaria ancora sommersa dall'acqua. Il 24enne stava andando nell'azienda agricola di famiglia per mettere al sicuro gli animali quando è stato travolto dalle acque.

Nubifragi nel foggiano


Giovedì 4 settembre 2014

ore 16:16 Nelle ultime 24 ore sono caduti 300 mm di pioggia su San Marco in Lamis, una cifra più di sei volte superiore alla media mensile delle precipitazioni settembrine su Foggia (46 mm). Si tratta di un dato senza precedenti e assolutamente inatteso per la Protezione civile regionale che aveva stimato in moderato il rischio idrogeologico e di “attenzione” il livello di allerta.

Attualmente sono 150 le persone evacuate a San Marco di Lamis, mentre nella vicina San Giovanni Rotondo, sono state sfollate due famiglie. Nelle prossime 24 ore, il livello di guardia resterà alto nella fascia di territorio compresa fra il Gargano e la pianura della Capitanata.

ore 11:34 Forti piogge si sono abbattute questa notte nel Foggiano, in particolar modo nel comune di San Marco in Lamis, dove è in atto un’evacuazione a scopo precauzionale che vede coinvolte circa seimila persone.

La pioggia ha continuato a cadere copiosa anche in mattinata, rendendo difficoltosi i soccorsi, con molte strade invase da fango e detriti.

Due strade – la SS 272 e la SP 28 – sono state chiuse al traffico ed è interrotta anche la strada a scorrimento veloce 693, nel tratto compreso fra Carpino e Cagnano Varano, a causa di uno smottamento.

Da alcune ore i vigili del fuoco stanno prestando soccorso alla popolazione: fra i dieci automobilisti rimasti bloccati a causa dei disagi provocati dal maltempo vi è un uomo che è stato condotto in ospedale in stato di choc. Sono rimasti bloccati anche due automobilisti e i Vigili del Fuoco hanno lanciato un appello alla cittadinanza affinché non si percorra la strada 693.

Spero che il ministro dell'Ambiente Galletti possa venire a trovarmi per rendersi conto di persona della grave situazione in cui versa il nostro paese. Le case sono piene di acqua e fango, le strade sono ricoperte di detriti a causa delle diverse frane che si sono verificate a causa delle abbondantissime piogge. E' un disastro. Quello che posso dire è che, se non smette di piovere, la situazione diventerà sempre più difficile, soprattutto per vie delle frane che si sono verificate,

ha detto il sindaco di San Marco in Lamis, Angelo Cera che ha dichiarato di voler chieder lo stato di calamità.

Allarme maltempo 28-29 giugno 2014

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO