Prato: Sindaco multato per divieto di sosta, ironia sul web

Sindaco di Prato lascia moto in divieto di sosta e viene multato. Posta su Facebook la foto del verbale e viene preso in giro.

Come il più inflessibile Alberto Sordi nel film "Il vigile", un agente della polizia municipale di Prato ha multato il Sindaco della città per divieto di sosta. Ed è stato lo stesso Matteo Biffoni a postare la disavventura sul suo profilo Facebook, prendendosi gli sfottò ironici di chi ha commentato.

Il primo cittadino è stato vittima dei divieti di sosta imposti dal Comune in occasione del Corteggio Storico. Ieri, poco dopo l'ora di pranzo, il post sul social network: "Ricordatevi dei divieti per l'8 settembre. Io sono già tornato a casa con la multa!". Le risposte? "Vogliamo vedere la ricevuta, non il verbale". E anche qualche complimento.

Biffoni ha allegato al post la foto del verbale della contravvenzione (28,70 euro per il pagamento in forma ridotta), elevata alle ore 13.30 in piazza San Domenico. Il poliziotto che ha deciso di multare il Sindaco, probabilmente, non sapeva di chi si trattasse. Nella multa, infatti, si attesta l'assenza del trasgressore. In questo caso, il fogliettino rosa è stato attaccato alla moto: era lei, infatti, in divieto.

La notizia ha avuto ampio risalto sui giornali locali toscani. L'agente, ora, potrebbe anche ricevere un encomio dal Comune di Prato. O, più semplicemente, una stretta di mano dal Sindaco che gli dirà: "Complimenti, ha fatto bene il suo lavoro". Difficilmente Biffoni si attaccherà alla frase: "Lei non sa chi sono io", che tante volte risuona nella nostra Italia in casi come questi.

Multa

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO