Ebola, gli Stati Uniti pronti ad inviare 3000 militari

Migliaia di militari USA per rispondere all'epidemia di ebola in Africa occidentale: a breve l'annuncio ufficiale di Obama

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama invierà nel prossimo futuro migliaia di militari americani (si parla di 3000 unità) per fronteggiare la drammatica epidemia di ebola in Africa occidentale: i militari avranno il compito di aiutare nella costruzione di cliniche e presidi umanitari, contribuendo anche alla formazione degli operatori sanitari.

Il Presidente Obama visiterà nei prossimi giorni anche il Centers for Disease Control and Prevention (Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie) di Atlanta per incontrare esperti che sono al lavoro per combattere il virus: l'annuncio delle decisioni di Washington dovrebbe arrivare nelle prossime ore proprio da Atlanta, dopo che ieri l'Unione Europea ha stanziato 160 milioni di euro per l'emergenza ebola.

In particolare gli Stati Uniti creeranno un centro di comando a Monrovia, in Liberia, uno dei paesi più colpiti dal virus insieme alla Sierra Leone e la Guinea, che sarà di supporto alle iniziative militari e faciliterà il coordinamento degli sforzi militari americane: secondo quanto si apprende anche il Pentagono invierà ingegneri per installare 17 centri (ognuno con una capacità di 100 posti letto) per la cura della malattia in Liberia e anche personale medico per la formazione di 500 operatori sanitari.

L'agenzia americana per lo Sviluppo internazionale (Usaid) distribuierà in partneriato con l'Unicef dei kit di protezione destinati a 400mila famiglie più vulnerabili in Liberia. In questa fase, gli Stati Uniti hanno già contribuito con 100 milioni di dollari alla lotta contro il virus. L'Usaid ha annunciato inoltre che sbloccherà 75 milioni di dollari per aumentare il numero dei centri di cura della malattia.

(in aggiornamento)

The West African country of Liberia is crippled by a recent outbreak of the disease Ebola.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO