Napoli: nuda in strada con un forchettone in mano, ha decapitato il gatto e incendiato casa

Donna incendia casa e decapita gatto randagio: fermata dai carabinieri con il forchettone insanguinato ancora in mano e completamente nuda, ora è ricoverata con il Tso nel Napoletano.

Cardito, provincia di Napoli: una donna di 44 anni, con evidenti problemi psichiatrici, ha incendiato casa, insieme ad alcuni suppellettili del suo appartamento; non contenta, ha decapitato un gatto randagio, sostenendo che da tempo le dava fastidio. L'arma utilizzata per uccidere il micio? Un enorme forchettone da cucina.

Quando è stata trovata dai carabinieri, la donna era completamente nuda, in strada e teneva ancora in mano il forchettone insanguinato. Per riuscire a fermarla, son dovute intervenire più persone. Sul posto, sono arrivati anche i vigili del fuoco che hanno domato il rogo nell'appartamento, salvando così l'anziana madre della donna, immobilizzata sulla sedia a rotelle.

I medici e gli infermieri del 118 hanno ricoverato l'autrice della follia omicida nell'ospedale di Frattamaggiore San Giovanni di Dio con un Trattamento sanitario obbligatorio, il cosiddetto Tso. La donna è stata ovviamente denunciata per uccisione di animali, incendio e resistenza a pubblico ufficiale. L'intervento in via Marconi è stato effettuato dai militari di Crispano e dall'aliquota radiomobile di Casoria.

Dopo i soccorsi e la terapia a Frattamaggiore, la donna dovrà dunque affrontare le denunce. Fortunatamente, e grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco, contro di lei non c'è anche quella per omicidio: la madre, infatti, senza l'intervento dei pompieri, non sarebbe riuscita a salvarsi.

Gatto ucciso

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO