Napoli: donna gravemente ustionata e in fin di vita, non si esclude tentato omicidio

Cingalese di 38 anni in imminente pericolo di vita al Cardarelli di Napoli: tra le piste, il tentato omicidio o un incidente con il barbecue.

Cardarelli Napoli

Non si esclude la pista del tentato omicidio, ma è ancora mistero su ciò che è accaduto nella notte a una donna di 38 anni di origini cingalesi, portata in codice rosso nella sala grandi ustionati del Cardarelli di Napoli. I medici l'hanno giudicata in imminente pericolo di vita. Presenta, infatti, ustioni sul 90 per cento del corpo.

La donna è stata trasportata agonizzante all'ospedale partenopeo nella notte. Sulla vicenda indaga la polizia di Napoli, che non esclude che la cingalese sia stata l'oggetto di un tentativo di omicidio. La donna è monitorata continuamente perché le sue condizioni di salute potrebbero peggiorare di momento in momento. E il reato - se ci fosse reato - tramutarsi da tentato omicidio in omicidio.

La donna risiederebbe a Varcaturo, in viale dei Pini nord. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori c'è anche l'incidente. La cingalese potrebbe infatti essere stata investita da una fiamma dovuta a una fuga di gas proveniente dal barbecue. Questo è ciò che hanno detto il compagno e i familiari a chi nel frattempo sta proseguendo le indagini.

Compagno e familiari hanno raccontato che ieri sera la donna era con la famiglia in giardino. A un certo punto, forse per un attimo di distrazione o per un difetto del barbecue, ci sarebbe stata la fuga di gas, che ha investito la vittima con una grande fiamma. Le è stata gettata subito addosso una coperta, quindi la donna è stata accompagnata prima all'ospedale di Giugliano e poi al Cardarelli.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO