Prato: chiede di mettere guinzaglio a cane, preso a pugni giornalista

Un giornalista e blogger di Prato aggredito da un 28enne per avergli chiesto di mettere il guinzaglio ai cani. Sarà operato.

massimocecchi

Malmenato e preso a pugni per aver chiesto al padrone di due cani di mettere il guinzaglio. La vittima è Massimo Cecchi, giornalista free lance e titolare del blog Il punto di Prato. Proprio qui, Cecchi ha raccontato la sua disavventura, avvenuta la sera di sabato 27 settembre mentre era fuori con il suo quattro zampe.

"Avevo portato, come mio solito, il cane a compiere la sua rituale passeggiata. Rientrando a casa, erano le 21.05, ho visto arrivare incontro due cani senza guinzaglio e dietro di loro quello che immagino sia stato il padrone: un ragazzo ben piantato di 28 anni, buccola al naso e alle orecchie, insomma un rappresentante della nuova fauna cittadina, non solo pratese, ma d'Italia".

La richiesta è gentile:

"Gli ho chiesto di mettere il guinzaglio ai suoi cani per evitare spiacevoli incidenti, non mi aspettavo un incontro di boxe. Questi, dopo avermi appellato quale vecchio rincoglionito, cosa che può anche essere, mi ha sferrato tre violentissimi pugni al volto, da me del tutto inaspettati. Sono caduto a terra inebetito da un così esplosivo atto di violenza e dolore".

La reazione del 28enne ha causato a Massimo Cecchi la rottura della mascella, del naso in tre punti, lo zigomo rotto, la frattura dell'orbita occipitale dell'occhio sinistro, due profondi tagli sopra e sotto l'occhio stesso. Giovedì prossimo sarà operato al Cto di Firenze per problemi al nervo ottico.

"Quello che più mi ha ferito non è dolore, che devo dire le cure ospedaliere hanno prontamente lenito, non i punti, ma il fatto che a Prato, in una delle vie più frequentate del quartiere, potesse accadere una cosa simile".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO