Palermo: fuga di gas in appartamento, un morto

Esplosione in un appartamento di Palermo: un uomo muore, l'altro è gravemente ustionato. A causare l'incendio una fuga di gas e la luce accesa da uno dei due inquilini.

Si chiamava Nadir Hamed e aveva 44 anni. E' morto la notte scorsa a causa di una fuga di gas che ha generato unincendio la notte scorsa in un appartamento di Palermo, in via Enrico Toti, al Villaggio Santa Rosalia. Le fiamme hanno completamente distrutto l'abitazione che si trovava al primo piano dello stabile.

Se il tunisino Hamed non ce l'ha fatta, un altro immigrato che viveva insieme a lui - un cittadino marocchino - è rimasto gravemente ustionato e sta lottando per sopravvivere. Vigili del fuoco e agenti di polizia hanno dovuto lavorare ore per domare l'incendio, mentre il 118 provvedeva ai soccorsi. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, fatale sarebbe stata la decisione di accendere la luce, da parte di uno dei due immigrati, mentre in casa c'era una fuga di gas.

Immediata la violenta esplosione che ha provocato l'incendio. Una bomba, il cui boato è stato udito distintamente in tutta la zona. Sono stati proprio i vicini dei due uomini ad avvertire i soccorsi intorno alle 5 di questa mattina. Quando sono arrivati sul posto i soccorritori, purtroppo per Hamed non c'era più nulla da fare, se non constatarne il decesso.

Un paio di mesi fa, ad agosto, un immigrato tunisino di 26 anni era morto nell'incendio di una palazzina nel centro storico di Palermo. Nel rogo era rimasta gravemente ferita una donna, di 24 anni, che era con lui nello stesso appartamento. In questo caso, la natura dell'incendio pare essere stata di origine dolosa. Due casi a distanza ravvicinata, apparentemente però senza legami.

vigilidelfuocopalermo

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO