Musestre: caccia alla babygang che lancia sassi dal cavalcavia

Ieri sera è stata colpita una Grande Punto. E non è il primo caso.

Si sperava che la malsana "moda" di lanciare sassi dal cavalcavia contro le auto di passaggio fosse ormai un ricordo del passato, invece ciclicamente c'è qualcuno che torna a divertirsi rischiando di uccidere automobilisti e le loro famiglie. Gli ultimi episodi si sono registrati a Musestre, frazione di Roncade, provincia di Treviso.

Si tratta probabilmente di una banda di ragazzini, che ieri sera, verso le 21.15, ha colpito l'auto di una famiglia che stava percorrendo la via Principe di Musestre, passando sotto il ponte della ferrovia Venezia-Trieste. L'auto, una Grande Punto con a bordo marito e moglie, è stata colpita sul vetro anteriore e costretta a fermarsi dopo il botto.

Il sasso ha colpito il parabrezza dell'auto ma senza riuscire a sfondarlo. Ragion per cui la vicenda si è chiusa senza nemmeno un ferito ma solo un grosso spavento. Poiché la banda di ragazzini agisce più o meno sempre nello stesso modo (e le parole dell'autista dell'ultimo auto colpita - "So chi siete" - fanno pensare che in paese ci siano sospetti sui colpevoli), gli abitanti iniziano a reclamare maggiore attenzione da parte delle forze di polizia.

Da quel che si capisce, la babygang agisce sempre negli stessi orari e nello stesso punto, stazionando tra Roncade, Musestre e Quarto d'Altino. Già la scorsa settimana era stata colpita l'auto dell'ex sindacalista Zeno Lorenzon, sfiorando la tragedia: "Cosa sarebbe successo se nel sedile posteriore ci fosse stato un bambino o un neonato e il sasso avesse sfondato il vetro?", ha detto l'uomo al Gazzettino.

Schermata 2014-10-07 alle 15.59.10

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO