Alluvione a Parma: un fax avvertì il Comune due giorni prima. Pizzarotti: "Era un'allerta generica"

Il deputato Pd Federico Gelli ha annunciato la presentazione di un'interrogazione parlamentare dal ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Lunedì 27 ottobre 2014 - Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, ai microfoni di Sky Tg 24, ha smentito la notizia secondo cui la prefettura avrebbe mandato un fax al Comune di Parma di preallarme e allarme sabato 11 ottobre, che sarebbe stato protocollato solo due giorni dopo, il lunedì.

Pizzarotti ha detto:

"Non è arrivato il fax di preallarme e allarme dalla prefettura, mi hanno contattato telefonicamente alle quattro e mezza di lunedì"

e ha aggiunto:

"Quello che penso che manchi, anche se un sistema perfetto non esiste, è la catena di comando. Non per questo noi non ci siamo attivati: le persone della Protezione civile erano già sul posto e si stavano coordinando con quella degli altri comuni. Possiamo interrogarci su come fare prevenzione ed avere quelle opere che possono consentirci di avere un’attuazione dei piani. Il tema è la catena, ma tipicamente in Italia non interessa la catena, bensì trovare qualcuno a cui dare la colpa"

Un consigliere dell'opposizione, Nicola Dall'Olio, capogruppo Pd al Comune di Parma, nei giorni scorsi aveva detto:

"Ci sono stati vari livelli di allerta. Un primo, quello oggi noto, è arrivato sabato ed era stato inviato dalla prefettura. Poi se ne sono susseguiti altri. Lunedì era stato dato un pre-allarme ai sindaci dei comuni interessati dalla piena del torrente Baganza e Parma. Pre-allarme che è stato di fatto ignorato. Il sindaco ha ignorato per due anni e mezzo la Protezione civile. Non ha predisposto un piano di emergenza per le zone che sono state allagate e che erano già state cartografate come zone a rischio di esondazione"

Intanto un parlamentare Pd, il deputato Federico Gelli, ha annunciato che presenterà un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Angelino Alfano:

"Il Ministero dell'Interno chiarisca sulla vicenda delle comunicazioni tra Prefettura di Parma e Comune, in occasione dell'alluvione del 13 ottobre. Occorre capire se il sindaco Pizzarotti, impegnato nella manifestazione del Movimento 5 stelle al Circo Massimo, avesse predisposto le opportune coperture in Comune su chi doveva ricevere gli avvisi di allertamento"

Alluvione Parma, Pizzarotti "Servono volontari"


Martedì 14 ottobre 2014

- Nonostante l'allarme sia cessato, a Parma la situazione è ancora molto complessa: il fango ha invaso la zona sud della città, allagando strade e cantine, sono tante le persone evacuate dalle loro case e il black out telefonico continua a colpire l'intera città, compresi gli uffici del Comune. "Servono volontari per ripulire la città", ha fatto sapere il sindaco Pizzarotti via Facebook. Per chi volesse mettersi in contatto, è necessario però usare l'indirizzo mail del comune e della polizia municipale (052140521@comune.parma.it; poliziamunicipale@comune.parma.it). Oggi scuole chiuse, mentre ancora non si sa se riapriranno per domani 15 ottobre.

Il sindaco ha anche chiesto ai cittadini di evitare di passare in auto nel quartiere Montanara, quello più colpito dall'alluvione, per non peggiorare ulteriormente le condizioni del traffico. Sempre per quanto riguarda la viabilità, è "chiuso piazzale Barbieri per gli accessi in via Spezia e via Volturno con i veicoli deviati in viale Vittoria; chiuse via Po e via Navetta, ponte Nuovo sul Baganza (Ponte dei Carrettieri) non percorribile se non dai mezzi di emergenza, parzialmente chiuse anche via Farnese e via Taro".

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Alluvione Parma: 13 ottobre 2014

19.25: nuovo messaggio del sindaco Federico Pizzarotti. Parla di situazione in via di miglioramento e sottolinea le difficoltà sulle linee telefoniche Telecom. L'unica allerta al momento su Torrile e Colorno in attesa dell'onda di piena.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

18.52: domani 14 ottobre a Parma le scuole di ogni ordine e grado saranno chiuse

18.50: pochi minuti fa, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha pubblicato un aggiornamento sulla sua pagina Facebook, smentendo anche che ci sia un disperso.

«Tavolo di emergenza alla protezione civile, alla presenza dei sindaci e delle istituzioni e corpi interessati. Dalle ore 17 per coordinare le operazioni. Alle ore 18, la situazione sta migliorando, ma il ponte di mezzo e il ponte nuovo su via po, rimangono chiusi. Si consiglia comunque di utilizzare il ponte delle nazioni per attraversare la città, e la tangenziale, con attenzione ai sottopassi. In ogni caso è bene ricordare che è sconsigliato uscire di casa, per evitare ingorghi, e di recarsi sugli argini o sui ponti a piedi. L'ondata di piena ha raggiunto i 392 cm sul ponte verdi, oltre 30 rispetto al massimo storico. Preoccupa soprattutto il Baganza, mentre è sottocontrollo la situazione del torrente Parma grazie al cassa di espansione. Il censimento dei danni è ancora in corso in città e nella provincia. In presenza dell'allerta meteo, le scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale saranno chiuse nella giornata di domani. Non risultano al momento morti o dispersi».

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

18.40 - Le immagini da Twitter sull'alluvione a Parma

Le immagini da Twitter sull'alluvione a Parma
Le immagini da Twitter sull'alluvione a Parma
Le immagini da Twitter sull'alluvione a Parma
Le immagini da Twitter sull'alluvione a Parma
Le immagini da Twitter sull'alluvione a Parma

18.00 - La Gazzetta di Parma suggerisce di servirsi della tangenziale sud est e indica congestione del traffico in zona nord e ovest.

«In sintesi», suggerisce il sito del quotidiano locale,

«meglio un giro più largo ma fuori dalla zona circostante al Baganza»

17.50 - Tweet del sindaco Federico Pizzarotti che invita tutti a stare lontani dal fiume, a non avvicinarsi a Via Po e Via Baganza, che annuncia la chiusura dei ponti e invita a usare la tangenziale

17:45 - A Parma e limitrofi sono stati chiusi tutti i ponti e uno, il Navetta, è crollato, come racconta l'Avvenire su Twitter.

17:41 - Cominciano a circolare su Twitter le foto del disastro che l'alluvione sta provocando a Parma dopo l'esondazione del Baganza

Alluvione a Parma, 13 ottobre 2014


Alluvione Parma - Baganza esonda

Parma: anche qui il maltempo non dà tregua.

Il Baganza è esondato.

A Marzolara risulta un disperso: la Protezione civile ha avviato le ricerche.

Secondo la Gazzetta di Parma, a Calestano è esondato il Rio Moneglia, le strade di collegamento con le frazioni sono interdette al traffico per il rischio di frane e smottamenti, l'asilo e la scuola elementare sono stati evacuati come misura precauzionale. Esondazioni anche a Felino e a Marra di Corniglio.

(notizia in aggiornamento)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO