Ebola, ormai è psicosi: caso sospetto "probabile" a Bruxelles

In tutto il mondo è sempre più grande la paura che arrivi il terribile virus.

Ore 20:10 - Dopo due falsi allarme in Italia, uno a Roma e l'altro a Milano, in serata arriva un'altra notizia su un "probabile" caso Ebola a Bruxelles. Lo ha comunicato il ministero della Salute del Belgio, confermando che nel pomeriggio è stato ricoverato all'ospedale Saint Pierre, specializzato in malattie tropicali, un paziente che a inizio mese si trovava in Guinea e che ora ha i sintomi del virus.

Aggiornamento ore 20:03 - Anche a Milano, come a Roma, l'allarme Ebola scattato stamane si è rivelato falso. Dopo gli accertamenti è stato escluso che il ghanese che ha accusato un malore in Tribunale sia affetto da Ebola.

Ghanese sputa sangue, scatta l'allarme Ebola


Ebola primo caso di contagio in Europa

Nel corso di un processo per direttissima un imputato ghanese si è sentito male e ha iniziato a sputare sangue. A quel punto il giudice che si stava occupando del suo caso ha sospeso tutto e ha deciso di far ricoverare l'uomo per accertamenti presso l'ospedale Sacco, che è il presidio per l'emergenza Ebola.

La soglia di attenzione è altissima e appena ci sono dei comportamenti anche lontanamente sospetti, a maggior ragione se da parte di persone che provengono dall'Africa, il continente in cui il virus sta mietendo numerose vittime, scatta l'allarme. L'aula delle direttissime del tribunale di Milano è stata chiusa e dichiarata inagibile: un cartello apposto sulla porta vieta di entrare.
Oggi era scattato un allarme simile anche a Roma, ma si è rivelato falso perché l'uomo, un somalo, aveva avuto solo un attacco epilettico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO