Treviso: fa retromarcia e uccide il figlio di un anno

Un bambino di 13 mesi è morto schiacciato dall'auto del padre che stava facendo retromarcia. Inizialmente, l'uomo e sua moglie avevano raccontato che era caduto dalle scale.

Ha fatto retromarcia con l'auto, non accorgendosi che proprio dietro il veicolo c'era il figlio di poco più di un anno. Purtroppo, per il piccolo non c'è stato scampo. L'episodio è avvenuto in provincia di Treviso, a Crespano. A portare la vittima in ospedale sono stati i suoi genitori, una coppia di origini nordafricane. Inizialmente, però, i due hanno raccontato ai medici che il figlio era caduto dalle scale.

Le ferite non sono state considerate però compatibili con questo genere di incidente. I medici hanno chiesto l'aiuto dei carabinieri per approfondire la vicenda. I militari si sono recati a casa dell'uomo, dove è stato il primogenito di 30 anni, nato da una precedente unione, a raccontare la verità su come si erano svolti i fatti poche ore prima.

In pratica, il padre come tutti i giorni stava parcheggiando l'auto, di ritorno dal lavoro. E come tutti i giorni il figlio di 13 mesi era uscito a salutare il papà. L'attimo fatale è stato quando il bambino ha lasciato la mano della mamma ed è corso proprio dietro le ruote dell'auto. Finendone schiacciato. Ora, il padre della vittima è accusato di omicidio colposo. Gli inquirenti hanno comunque disposto l'autopsia per accertare senza ombra di dubbi come è avvenuta la morte del bambino.

Pare che la bugia raccontata inizialmente a medici e investigatori fosse dettata dallo choc per ciò che era appena successo. Ma certo, senza la confessione del figlio maggiore, ci sarebbe voluto più tempo per appurare la dinamica dei fatti. Ciò che resta è la morte di un altro bambino, investito da un'automobile. Si tratta di episodi sempre più frequenti, purtroppo.

Carabinieri Treviso

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO