Egitto: esplode bomba su un treno, uccisi 5 poliziotti

Bomba su un treno alla stazione egiziana di Menouf: cinque poliziotti uccisi. Altre esplosioni alla metropolitana del Cairo e a un check point.

Ondata di attentati in Egitto. Il più grave si è verificato su un treno, che era fermo alla stazione di Menouf, nel Delta del Milo. A un certo punto, c'è stata un'esplosione - causata da una bomba artigianale - che ha ucciso cinque poliziotti e ferito altre 12 persone. Il convoglio era entrato in stazione un quarto d'ora prima della deflagrazione.

I passeggeri erano scesi ed erano iniziate le pulizie dei vagoni, ha riferito il governatore di Menoufeya, Ahmed Sherin. L'esplosione è avvenuta quando un agente ha trovato una busta sospetta; non ha fatto in tempo a segnalarla agli artificieri. Un secondo ordigno è stato invece disinnescato a bordo dello stesso treno. Sulla stessa linea ferroviaria, sabato scorso era stata disinnescata un'altra bomba.

Poliziotti egiziani nel mirino degli attentati anche a un check point, lungo la strada tra Alessandria e Marsa Matruh, nel nordovest del Paese. In questo caso, non ci sono state vittime, ma l'attacco armato ha ferito cinque agenti. E ieri sera, anche Il Cairo è stata sotto attacco: ci sono state infatti alcune esplosioni. Una alla stazione della metropolitana di Marje, nel nordest, dove stava passando l'ultima corsa che porta i pendolari in periferia. L'ordigno artigianale non ha causato feriti.

Altre deflagrazioni a Ramadan City, quartiere a nord del Cairo. Testimoni e media hanno parlato di tre esplosioni, senza precisarne comunque la natura. Non ci sarebbero vittime. Bisogna dire che in Egitto ordigni rudimentali di bassa potenza vengono disinnescati praticamente quotidianamente in Egitto. La zona più colpita è a nord del Sinai, dove sono molto attivi i Fratelli Musulmani.

Cartina Egitto

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO