Kenya: attaccato autobus, giustiziati 28 non musulmani

Miliziani di al-Shabaab hanno attaccato un autobus in Kenya, uccidendo le persone che ritenevano non musulmane.

Attacco a un autobus in Kenya: presunti militanti del gruppo somalo al-Shabaab avrebbero agito ai danni di un pullman del trasporto pubblico, a Mandera, nel nord del Paese, all'alba di oggi. Saliti sopra al veicolo, i miliziani avrebbero fatto una vera e propria strage ai danni dei non musulmani: 28 i morti, ma ci sono anche diversi feriti.

La notizia è stata confermata da fonti ufficiali. I miliziani sarebbero stati un centinaio; hanno fermato il mezzo diretto a Nairobi. Secondo la Bbc, hanno poi riunito quelli che ritenevano non di religione musulmana, dando il via a una vera e propria esecuzione. La scelta è stata fatta a seconda che i passeggeri sapessero leggere o meno alcuni versi del Corano.

Sul bus, caduto nell'imboscata al confine con la Somalia, c'erano in totale circa 60 passeggeri, secondo un messaggio scritto su Twitter dalla della Croce Rossa internazionale. Il capo della polizia del dipartimento di Mandera, Noah Mwavinda, ha detto: "Posso confermare che 28 passeggeri innocenti sono stati brutalmente uccisi dagli Shaabab".

I funzionari di polizia hanno aggiunto che alcune delle vittime erano dipendenti pubblici che si dirigevano a Nairobi per le vacanze di Natale. Al-Shabaab non ha smesso di compiere attentati in Kenya nonostante ai primi di settembre sia stato ucciso il leader Ahmed Abdi Godane da parte degli Stati Uniti, in un blitz aereo. Al suo posto è salito al potere Ahmed Omar, noto come Abu Ubeid.

Chi sono i miliziani di al-Shabaab

I miliziani di al-Shabaab sono apparentati con al Qaeda. Hanno iniziato a compiere esecuzioni e attentati in Kenya da quando soldati del Paese africano sono stati inviati in Somalia, nel mese di ottobre del 2011. Le autorità parlano di almeno 135 attacchi da allora, tra cui quello a Westgate Mall, con 67 morti, rivendicato proprio dai militanti e avvenuto nel settembre del 2013.

Il gruppo terroristico ha affermato di aver agito anche sulla costa del Kenya all'inizio di quest'anno, facendo 90 morti. Le truppe kenyane fanno parte della missione dell'Unione africana in Somalia, accorse per aiutare il fragile governo, sostenuto anche dalle Nazioni Unite. Proprio per combattere gli insorti di al-Shabaab. E nonostante l'Unione africana alla fine abbia scacciato i miliziani da Mogadiscio, gli attacchi e le esecuzioni in Somalia e nei Paesi confinanti sono proseguite. Le forze alleate stanno però compiendo progressi: di recente, hanno conquistato la città portuale di Barawe.

al-Shabaab

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO