Meteo: il ponte dell'Immacolata tra freddo e maltempo

Prevista neve al centro nord a partire da lunedì

7 dicembre 2014 - A poche ore dal giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, le previsioni del tempo confermano l’arrivo a tutti gli effetti della stagione invernale, con una perturbazione che interesserà in un primo momento le regioni del Nord, dal Piemonte alla Lombardia con nevicate sulla Alpi da 200-400 metri e sull’Appennino ligure da 500-700 metri.

Nubi e piogge interesseranno le regioni centrali, Marche e Abruzzo in primis, ma potrebbero registrarsi anche precipitazioni nevose a 1200 metri sull’Appennino. I venti freddi porteranno a una graduale diminuzione delle temperature da nord a sud fino alla giornata di martedì.

La perturbazione si sposterà poi al centro-sud e non si escludono nevicate nelle regioni adriatiche a 700-900 metri.

Le previsioni del tempo nel ponte dell'Immacolata

Il ponte dell'Immacolata, che spiana la strada alle festività natalizie, vedrà l'arrivo di un'ondata di freddo che interrompe quello che finora è stato uno degli autunni più caldi degli ultimi anni (quello 2014 è stato il novembre più caldo dal 1800). Un vasto vortice freddo sull'Europa settentrionale porterà aria polare-marittima sull'Europa centrale e poi sull'Italia, dove le correnti si disporranno dai quadranti settentrionali scorrendo lungo il bordo dell'alta pressione distesa appena ad Ovest della Francia.

Lunedì 8 dicembre si segnala come una giornata particolarmente fredda su tutta la penisola, mentre sabato e domenica vedranno ancora il proseguire del maltempo che sta imperversando ormai da due giorni su buona parte dell'Italia. Prevista instabilità al centro sud con piogge e rovesci sui versanti tirrenici e in generale al Centro. Nord ancora sotto nubi soprattutto sabato, ma con scarse precipitazioni a Nord del Po, qualche pioggia in più su Emilia Romagna, e Liguria; domenica graduale miglioramento con schiarite via via più ampie a partire dalle Alpi.

A partire dalla serata di domenica, comincerà una circolazione ciclonica al Centro sud, con piogge e rovesci diffusi fino a martedì 9, anche a sfondo temporalesco. Molto forte anche qui il calo termine sul medio versante adriatico. Migliora al Nord ma con clima decisamente più freddo e prime gelate in pianura.

Per il momento, però, in attesa dell'arrivo del freddo, è ancora il ciclone Medea a farsi sentire, e tra oggi e domani è prevista una nuova perturbazione che porterà tanta pioggia al Nordest, sul Lazio, Umbria e Marche. Poi neve, a partire dai rilievi del centro nord.

Arriva la neve

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO