Galan: ex ministro colpito da un albero, è in prognosi riservata

L'ex ministro e governatore della Regione Veneto, è Giancarlo Galan, ha subito una frattura cranica dopo essere stato colpito da un albero che stava potando.

E' in prognosi riservata, con una frattura cranica, Giancarlo Galan, ex ministro ora agli arresti domiciliari per il caso Mose. L'ex senatore di Forza Italia è stato infatti colpito da un albero, mentre stava effettuando lavori di giardinaggio nella sua villa, a Cinto Euganeo, in provincia di Padova, dove sta scontando la pena.

L'uomo è stato immediatamente soccorso da un elicottero del Suem 118 e portato all'ospedale di Padova. L'ex governatore del Veneto stava potando gli alberi del suo giardino quando, nel tagliare un ramo, avrebbe causato il movimento e il crollo di un albero vicino che, cadendo al suolo, ha colpito il politico alla testa e lo ha fatto finire dentro un fossato.

I carabinieri, avvisati dalla moglie di Galan - a sua volta avvertita dalla figlia più piccola, che era in villa insieme al padre - sono stati i primi a trovarlo a terra, sanguinante, ma cosciente. Su consiglio del 118, Galan è stato lasciato fermo fino all'arrivo dei sanitari; per questo motivo, al momento del soccorso, presentava anche sintomi di ipotermia. Oltre alla frattura cranica, l'ex governatore ha riportato una contusione epatica. Gli sono stati applicati punti di sutura al capo.

L'ex ministro delle Politiche Agricole e poi dei Beni Culturali, in sede di dibattimento, ha patteggiato una pena di due anni e dieci mesi per la vicenda delle tangenti e degli appalti relativi al Mose. Per oggi è atteso un bollettino medico sulle condizioni dell'ex governatore della Regione Veneto, che ha 58 anni.

Giancarlo Galan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO