Liberia: morto il fotografo Michel du Cille, tre volte Pulitzer

Morto per un infarto Michel du Cille, fotoreporter del Washington Post tre volte premio Pulitzer. Era in Liberia per un reportage su ebola.

E' morto all'improvviso, colpito da infarto, Michel du Cille, fotoreporter del Washington Post e tre volte premio Pulitzer. Si trovava in Liberia, ma era americano di origini giamaicane. Stava facendo un reportage sull'epidemia di ebola, visto che proprio la Liberia è uno dei Paesi più colpiti dal virus. Aveva 58 anni.

La notizia del decesso del fotoreporter è stata data dal Washington Post. Du Cille si trovava in un villaggio, in una regione remota della Liberia, in compagnia di un reporter. Dopo l'infarto, è stato trasportato in ospedale, ma i medici non sono riusciti a salvarlo. Il quotidiano statunitense ha voluto rendere omaggio al fotografo "per le sue straordinarie fotografie delle lotte e dei trionfi dell'uomo".

Come detto, tre volte du Cille ha conquistato il premio Pulitzer. Due negli anni '80, quando lavorava per il Miami Herald, uno nel 2008 quando già era al Washington Post. Il caporedattore Martin Baron lo descrive così:

"Era uno dei più bravi fotografi al mondo. Era completamente dedicato alla copertura dell'ebola ed era determinato a rimanere su questa storia, malgrado i rischi. Una nuova dimostrazione di coraggio e passione, di cui ha dato prova in tutta la sua carriera".

Du Cille era arrivato in Liberia da pochissimi giorni, appena martedì scorso. In quell'Africa occidentale che ha già avuto 6.400 morti a causa di ebola. Il malore mentre rientrava a piedi da un villaggio situato nel distretto di Salala, contea liberiana di Bong. L'ospedale più vicino, in cui è stato trasportato in auto, si trovava a due ore di distanza. Du Cille ci è arrivato già cadavere.

Michel du Cille

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO