Atene: spari contro l'ambasciata israeliana

Colpi d'arma da fuoco contro l'ambasciata israeliana ad Atene. Non ci sono feriti, alzato il livello d'allarme antiterrorismo.

Colpi d'arma da fuoco, oggi all'alba, contro l'ambasciata di Israele ad Atene. Dalle prime informazioni, pare non si registrino feriti o danni, ma polizia greca e squadra antiterrorismo sono in allarme. Le forze dell'ordine hanno chiuso la strada principale che conduce all'edificio mentre l'area viene ispezionata palmo a palmo.

La polizia, sul posto, avrebbe recuperato quindici bossoli di Kalashnikov, provenienti da due fucili mitragliatori AK-47. Al momento non è arrivata alcuna rivendicazione. Ad aprire il fuoco sarebbero state quattro persone su due moto. Altri testimoni parlano invece di un'auto con a bordo due uomini che avrebbero preso di mira la sede diplomatica, la più protetta della capitale greca.

Secondo i media locali, responsabili dell'azione sarebbero membri dell'organizzazione terroristica 'Gruppo Combattenti Popolari' (Ola). Gli stessi che hanno rivendicato l'attacco compiuto contro la residenza dell'ambasciatore di Germania il 30 dicembre dell'anno passato. Un'azione messa in atto con fucili AK-47 anche quella volta, una sessantina di colpi contro l'abitazione del diplomatico, uscito illeso. Sempre l'Ola avrebbe attaccato gli uffici di Neo Dimokratia, il partito di centro-destra attualmente al governo, qualche settimana dopo nel pieno centro di Atene.

L'attacco di oggi potrebbe essere collegato alla morte di un ministro dell'Autorità nazionale palestinese, avvenuta due giorni fa, dopo scontri con soldati israeliani in Cisgiordania. Negli ultimi mesi, in Grecia, ci sono state diverse manifestazioni contro la politica messa in atto da Tel Aviv. La situazione politica confusa ha probabilmente pesato anch'essa. Con le elezioni all'orizzonte.

Ambasciata Israele

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO