Ilva Taranto: gru si spezza e precipita in mare

Una gru si spezza e cade in mare a Taranto, nella zona controllata dall'Ilva. Due operai salvi per miracolo.

Si è rischiata la tragedia a Taranto, nell'area Ilva. Ieri sera, a un certo punto, una gru chiamata DM7 si è spezzata in due ed è precipitata. In quel momento, a bordo del mezzo meccanico, c'erano due operai che stavano eseguendo lavori di manutenzione e che sono rimasti miracolosamente illesi: Orazio Pignatelli e il suo collega Giuseppe Bufano.

Uno dei due operai è stato sbalzato in mare, ma è stato recuperato immediatamente e tratto in salvo. L'altro lavoratore è rimasto intrappolato nella parte della gru rimasta sulla banchina ed è stato liberato dai vigili del fuoco. Secondo una prima ricostruzione, la gru avrebbe ceduto di schianto, dopo aver tranciato un cavo. L'incidente è avvenuto poco dopo le 20.30 di ieri, al quarto sporgente del porto di Taranto.

Alle operazioni di soccorso hanno collaborato la Capitaneria, gli ormeggiatori e i mezzi dei vigili del fuoco. I due operai sono stati trasportato in infermeria perché in preda a un forte stato di shock. L'impianto Ilva era fermo al momento dell'incidente ed era sottoposto a manutenzione. Due anni fa, a fine novembre, proprio nell'area vicino al mare, un violento tornado spezzò un'altra gru, trascinando in mare un giovane operaio, il tarantino Francesco Zaccaria. Il suo corpo senza vita fu recuperato alcuni giorni dopo.

La magistratura ha disposto il sequestro del mezzo e dell'area interessata mentre il coordinamento provinciale dell'Usb di Taranto ha proclamato 24 ore di sciopero.

"Solo per un caso non abbiamo assistito a una strage di vite umane. Diffidiamo la direzione dell'Ilva dal far riprendere le attività lavorative sulla gru di Ima fino a quando non verrà garantita la sicurezza e la salute dei lavoratori, ricordando che diverse segnalazioni e comunicazioni in merito sono state ignorate nel recente passato".

Gru Ilva Taranto

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO