Indonesia, frana sull’isola di Giava: 17 morti e oltre 90 dispersi

Le operazioni di soccorso sono rese difficili dalle avverse condizioni meteo. In centinaia scavano per trarre in salvo le persone rimaste intrappolate.

12.45 - Col passare delle ore si affievoliscono le speranze di trovare dei sopravvissuti. Sono passate 24 ore dalla frana e mentre le operazioni di soccorso e recupero procedono senza sosta, dalle macerie e dalla terra riemergono soltanto cadaveri: il numero delle persone rimaste uccise è salito a 17 e quello dei dispersi è sceso a 90.

Oltre 400 sono le persone evacuate in queste ore, temendo il ripetersi di una tragedia come quella di ieri in altre aree della provincia.

Indonesia, frana sull’isola di Giava: 12 morti e oltre 100 dispersi

Le incessanti piogge torrenziali che da settimane si stanno abbattendo sull’Indonesia e su tutto il sud-est asiatico hanno provocato una grossa frana sull’isola di Giava, riuscita a radere al suolo il villaggio di Jemblung, nella provincia di Jawa Tengah.

Il bilancio è gravissimo, in costante aggiornamento: 105 abitazioni sono state completamente distrutte, 12 persone sono rimaste uccise e oltre 100 persone risultano disperse mentre centinaia di persone, tra agenti di polizia e cittadini volontari, stanno facendo una corsa contro il tempo per scavare e trarre in salvo le persone intrappolate nel fango.

Le operazioni di soccorso sono rese difficili dalle piogge che continuano ad abbattersi sull’area. Le agenzie locali confermano questa mattina che circa 40 persone sono state trasportate in ospedale e che quattro di loro versano in gravi condizioni.

Sutopo Purwo Nugroho, portavoce della National Disaster Mitigation Agency, l’agenzia nazionale per la gestione delle calamità, ha precisato:

Le condizioni sul terreno sono molto difficili e abbiamo bisogno di macchinari pesanti per liberare la strada, ricoperta dai detriti.

frana-giava-12-dicembre-2014

(in aggiornamento)

Foto | Twitter

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO