Pakistan, due esplosioni davanti a un college di Dera Ismail Khan. Al via i tre giorni di lutto

Il bilancio è fermo a 141 persone, tra le quali 132 bambini. Il Primo Ministro ha stabilito tre giorni di lutto in tutto il Paese.

12.40 - A poche ore dall’inizio dei tre giorni di lutto indetti dal Primo Ministro pakistano in tutto il Paese, due nuovi attentati hanno riacceso il terrore. Due bombe sono esplose questa mattina nei pressi di un college femminile di Dera Ismail Khan, nella provincia di Khyber-Pakhtunkhwa Province, a circa 300 chilometri da Peshawar, teatro del massacro di ieri.

Secondo le ultime indiscrezioni nessun gruppo di militanti ha rivendicato il nuovo attentato e per fortuna al momento non si registrano morti o feriti. Le squadre di artificieri sono già sul posto e stanno setacciando l’area alla ricerca di possibili ulteriori ordigni.

Pakistan, assalto in una scuola di Peshawar: 141 vittime. Talebani: "È solo l'inizio"

17 dicembre 2014 - All’indomani della strage che ha sconvolto il Pakistan e il mondo intero, nella città di Peshawar è già cominciata la sepoltura dei 132 bambini rimasti uccisi ieri insieme a 9 membri dello staff della scuola.

La polizia locale ha confermato che tutti e 9 i terroristi coinvolti nell’attentato sono rimasti uccisi, mentre il Primo Ministro del Pakistan Nawaz Sharif ha dichiarato tre giorni di lutto in tutto il Paese e confermato che in seguito alla strage di ieri è stata revocata la moratoria per la pena di morte per i casi di terrorismo.

Confermata la rivendicazione da parte dei talebani pakistani:

È la nostra risposta alle vostre aggressioni che ammazzano i nostri figli, le nostre donne, distruggono le nostre case. Adesso anche voi proverete un poco del nostro dolore.

Attentato in Pakistan, 141 vittime

Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime
Attentato in Pakistan, 141 vittime

Aggiornamento 18:00 – Per i talebani l'assalto di oggi alla scuola di Peshawar "è solo un trailer" e presto ci saranno nuovi attacchi. Il bilancio delle vittime è ora salito a 141. L'assalto sembra essere terminato, visto che secondo la polizia tutti i terroristi sono stati uccisi.

Aggiornamento 14:30 – Sale a 132 il bilancio delle vittime nella scuola di Peshawar, di cui più di 100 studenti. Mentre sulla città sta calando la sera, l'assedio sembra volgere al termine, ma filtrano notizie ancora da verificare sulle brutalità perpetrate dai talebani: si parla di ragazzi decapitati e di un insegnante dato alle fiamme sotto gli occhi degli studenti.
Più di 240 feriti anche gravi, mentre all'ospedale di Peshawar scarseggiano le scorte di sangue.

Aggiornamento 12:30 - Il portavoce dei talebani pakistani, Mohammed Umar Khorasani, ha rivendicato l'attentato alla scuola militare di Peshawar.

Abbiamo scelto con attenzione l'obiettivo da colpire con il nostro attentato Il governo sta prendendo di mira le nostre famiglie e le nostre donne. Vogliamo che provino lo stesso dolore

Aggiornamento 12:00 - Sale a 126 il bilancio ufficiale delle vittime dell'assalto, con 122 feriti. Almeno 84 delle vittime sono bambini. Delle esplosioni si sono sentite provenire dalla scuola ancora controllata dai talebani.

Questa mattina a Peshawar, in Pakistan, un commando di talebani ha assaltato una scuola militare frequentata da circa 500 studenti tra i 7 e i 14 anni. È strage: l'ultimo bilancio parla di 104 vittime tra cui 84 studenti, secondo quanto riferito da fonti governative.

Secondo una prima ricostruzione almeno sei o sette talebani sono entrati nella scuola gestita dall’esercito. Le truppe pakistane hanno isolato e circondato l’area. L’attacco è avvenuto mentre l’esercito di Islamabad sta effettuando un’offensiva nella roccaforte dei talebani nell’area tribale del Nord Waziristan al confine con l’Afghanistan. Un testimone ha raccontato che i talebani sono entrati armi in pugno e sparando. Al piano superiore dell'edificio erano in corso gli esami per i ragazzi più grandi, gli assalitori sono entrati picchiando gli studenti.

I talebani hanno preso rapidamente il controllo della scuola impedendo a chiunque di entrare e uscire, ma fortunatamente un consistente gruppo di studenti e insegnanti sarebbe riuscito a fuggire prima che le uscite dell'edificio venissero bloccate. Un primo immediato bilancio è stato di 20 morti, rapidamente salito a 50. Ora l'ultimo bollettino, che parla di oltre 100 vittime, forse 150.

Ci sarebbero poi 83 feriti, sempre secondo quanto riferito da Pervez Khattak, governatore della Regione. Un portavoce della fazione Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP), i talebani pakistani, ha fatto sapere che gli assalitori hanno ricevuto l'ordine di sparare ai ragazzi più grandi.

Pakistani students attend a religious ce

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO