L'Isis arriverà in Italia? L'allarme della procura di Palermo

Il rischio secondo gli investigatori è che qualche terrorista si infiltri tra gli immigrati che sbarcano sulle coste.

Se non fosse per l'indagine aperta dalla procura di Palermo, la notizia potrebbe anche essere immediatamente archiviata come "sensazionalismo" facile facile visto che ancora tutti abbiamo negli occhi la vicenda degli ostaggi di Sidney; ma siccome, appunto, è stata invece la procura ad avviare un'indagine in seguito a segnalazioni provenute dai servizi segreti forse un minimo di attendibilità ce lo si può attendere: il pericolo minacciato è quello che lo Stato Islamico, o Isis secondo la vecchia denominazione, possa sbarcare per colpire anche in Italia.

Il rischio arriverebbe infatti dal mare, dove i terroristi potrebbero infiltrarsi sui barconi degli immigrati per arrivare nel nostro paese, in Sicilia, senza farsi notare troppo. I terroristi potrebbero essere già giunti in Italia provenienti dalla Libia e dalla Siria, stando almeno a quanto risulta allinchiesta coordinata dal pm Gery Ferrara.

Non è la prima volta che si parla di questo argomento, visto che già il ministro degli Interni Alfano aveva parlato del rischio di infiltrazioni terroristiche, indicando anche come fosse la Sicilia la possibile porta d'ingresso. In Sicilia sono sbarcate quasi 200mila persone negli ultimi mesi, una cifra molto elevata che, secondo la procura, moltiplica il rischio. Per queste ragioni la procura ha messo a punto una metodologia d'indagine per risalire alle organizzazioni che gestiscono i flussi e cercare così di avvicinarsi il più possibile alla fonte.

Va però segnalato che fino a questo momento a colpire nei paesi estranei alla lotta dello Stato Islamico non sono stati militanti mandati da al-Baghdadi appositamente, ma che si è sempre trattato di persone già presenti sul luogo e raramente direttamente collegate con lo Stato Islamico per quanto infarcite dalla sua ideologia.

L'Isis decapita e impicca soldati in Iraq

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO