Botti di Capodanno: 251 feriti in Italia, 46 a Napoli

Feriti in tutta Italia. La regione con il maggior numero di incidenti è la Campania

ore 12.02 - Il bilancio ufficiale e definitivo sui festeggiamenti di Capodanno comunicato dalla polizia di Stato parla di 251 persone ferite, un numero in netto calo a fronte dei 361 dello scorso anno. I ferimenti derivanti dall'uso di armi da fuoco risultano essere 7 rispetto agli 11 dell'anno precedente. I feriti più gravi, cioè quelli con prognosi superiore ai 40 giorni, sono in diminuzione: 12 contro i 16 dello scorso anno. Sessantotto i minorenni che hanno riportato lesioni, contro gli 89 dell'anno passato.

ore 10.34 - Nonostante i divieti in molte città italiane, nonostante le campagne degli animalisti per evitare la strage di animali a essi connessa, i botti di Capodanno sono esplosi in tutta Italia e il bollettino che come tutte le mattine del 1° gennaio arriva dalle strade è quello di sempre: decine di feriti, 46 solamente nella città di Napoli. Almeno per il momento non ci sarebbero state vittime.

A Napoli un bambino di 10 anni è stato ricoverato in prognosi riservata con ferite agli occhi. Nel quartiere di Barra l’esplosione di un pacco di petardi ha causato il parziale crollo dell’androne di una casa: tre persone sono state soccorse dai sanitari e lo stabile è stato evacuato.

I Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire in molti strade per spegnere gli incendi dei rifiuti. La Campania è, come sempre, la regione italiana maggiormente interessata dai ferimenti connessi a botti, petardi e fuochi d’artificio abusivi: nel Salernitano sono undici le persone finite al pronto soccorso, nel casertano nove.

Quattro persone sono ricoverate in Basilicata: due persone ferite agli occhi per lo scoppio di fuochi pirotecnici sono ricoverate a Potenza con una prognosi di 30 giorni. Sempre in Basilicata, ma nella zona di Melfi, altre due persone sono rimaste ferite, una alle mani e l'altra agli occhi, e sono state ricoverate nell'ospedale.

Un altro ferito grave è segnalato all’Aquila: si tratta di un ragazzino di 14 anni di Pizzoli che, probabilmente, perderà l’uso della mano a causa dell’esplosione di un botto. Due persone sono rimaste ferite in provincia di Bari: un bambino con lesioni al volto e al torace e un trentenne ferito a un occhio.

Attualmente il bilancio provvisorio parla di 73 feriti, ma la cifra potrebbe salire nelle prossime ore.

KOSOVO-ELECTIONS

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO