Afghanistan: attacco a festa di nozze, 30 morti

Un razzo colpisce l'edificio che ospita un ricevimento di nozze in Afghanistan: almeno 30 morti.

Le guerre non risparmiano neanche le cerimonie nuziali. Colpi di mortaio sono caduti infatti su un edificio che ospitava una festa di nozze, nel sud dell'Afghanistan, causando la morte di 30 persone, tra cui donne e bambini. Le fonti di polizia parlano di un attacco compiuto dalle forze di sicurezza afgane e non dai talebani, come si era ipotizzato inizialmente. Nella zona - parliamo della provincia di Helmand - da giorni sono in corso combattimenti tra ribelli e governativi.

Il governo dell'Afghanistan ha chiesto l'apertura di un'indagine. Secondo la Bbc, ci sarebbero anche una quarantina di feriti. Notizia confermata da Fareed Ahmad Obaid, portavoce della polizia, che ha parlato di 45 persone ferite. Bashir Ahmad Shakir, membro del consiglio provinciale, ha invece detto che si tratta di un bilancio provvisorio e che il numero di morti potrebbe aumentare.

Abdul Haleem, cugino della sposa che stava ospitando il ricevimento, ha raccontato che nove dei suoi bambini sono dispersi. E che sarebbe stato un razzo a colpire la casa. "Ci sono frammenti di corpi ovunque, non so se siano i miei figli o qualcun altro". Simbolico il giorno in cui è avvenuta la strage: proprio oggi, infatti, si è conclusa la missione Usa - Nato.

Missione che era iniziata dopo l'11 settembre 2001 e il terribile attacco alle Torri Gemelle di New York. Che i soldati americani e della Nato lascino il Paese non significa però che la situazione è ormai tranquilla. Tutt'altro. La guerra continua, tra il governo e i talebani. La fase di transizione rischia anzi di essere ancora più cruenta.

Afghanistan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO