Bambina muore per colpo di pistola: l’arma è del padre

Una bambina di undici anni di Pregasina di Riva del Garda è morta in seguito a un colpo partito dalla pistola d’ordinanza del padre

pregasina

venerdì 2 gennaio, ore 12.45 - Emergono nuovi dettagli sulla tragedia che si è consumata a Pregasina dove Stella, figlia undicenne dell’agente della Polizia Stradale di Riva del Garda, Elvio Pederzolli, si è sparata con la Beretta calibro 9 Parabellum che si trovava custodita in un borsello all’interno di un cassetto di una scrivania della camera da letto.

Secondo una prima ricostruzione la bambina, sola in casa, avrebbe trovato l’arma nel cassetto e maneggiandola avrebbe sparato un primo colpo finito sul muro della stanza. Spaventata o a causa del rinculo la bambina avrebbe sparato un secondo colpo che l’avrebbe colpita mortalmente alla tempia. Non ci sono dubbi che si sia trattato di una fatalità. Quando la bambina ha sparato il colpo entrambi i genitori si trovavano in giardino.

La questura di Trento avvierà un procedimento nei confronti del padre della bambina: il regolamento prevede, infatti, che le armi siano sempre custodite sottochiave, con tutte le precauzioni del caso.

La famiglia originaria di Riva del Garda era andata ad abitare nella frazione di Pergasina alcuni mesi fa.

giovedì 1° gennaio, ore 19.23 - La tragedia è avvenuta poco dopo le 15.45 di oggi, a Pregasina, una frazione di Riva del Garda. Una bambina di undici anni, figlia di un agente della polizia stradale ha trovato la pistola d’ordinanza del padre in un cassetto, e, con modalità ancora tutte da chiarire, è rimasta ferita da un proiettile.

La pistola è stata trovata in casa e un colpo è partito inavvertitamente. Quando sul posto sono intervenuti l’elisoccorso, le ambulanze, i carabinieri e i Vigili del Fuoco volontari di Riva del Garda, non c’era più nulla da fare.

Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti la bambina avrebbe trovato la pistola d’ordinanza del padre all’interno di un cassetto e maneggiandola avrebbe fatto partire il colpo che le è costato la vita. Al momento dello sparo la bambina si trovava da sola in casa. Le indagini sono state affidate al pm Fabrizio De Angelis che è giunto quasi immediatamente sul luogo della tragedia.

Via | Trentino Corriere Alpi

In aggiornamento

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO