Valanghe: un morto in Alto Adige e uno in Austria

Tre feriti, uno dei quali gravemente, e un morto.

Aggiornamento ore 22:15 - La vittima delle valanghe sul pendio di Cima della Neve è Hartmann Stifter, un uomo di 57 anni di Brunico, appassionato di scialpinismo e mountainbike.
Al momento del distacco della slavina c'erano circa una trentina di scialpinisti, la prima valanga, che è partita dalla vetta, ha causato una reazione a catena provocando altre sette slavine. Otto persone sono state travolte della neve, sei sono state liberate subito, mentre due sono state trascinate per più di 300 metri. Il ferito grave si trova all'ospedale di Bolzano, mentre il disperso, Hartmann Stifter, è stato ritrovato morto sotto un metro e mezzo di neve.
Per salvare tutti gli altri è stato instaurato un ponte aereo verso la valle con gli elicotteri del 118, dell'Aut Alpin e della Guardia di Finanza.

Aggiornamento ore 16:50 - Il disperso è stato trovato e purtroppo è morto. Si tratta di un uomo, ma le sue generalità non sono ancora state rivelate. In totale sono state salvate una ventina di persone.

Valanghe in Alto Adige: travolti scialpinisti


Un gruppo di scialpinisti è stato travolto da due enormi valanghe mentre saliva verso Cima del Neve, a 2.925 metri, sopra Riva di Tures in Alto Adige. Tre membri del gruppo sono rimasti feriti, uno in modo piuttosto grave, mentre un altro scialpinista è disperso e ora sono in corso le ricerche.

Nel primo pomeriggio di oggi altre due valanghe si sono staccate in Val Senales, una in zona Bellavist a una a Punta di Saldura, abbastanza vicino al rifugio Lazaun. In questo caso, però, pare che non siano state coinvolte persone.

La Val Senales e Riva di Tures si trovano in una zona dell'Alto Adige in cui non ci sono problemi di mancanza di neve e per questo è molto gettonata dagli scialpinisti. Il pericolo di valanghe è marcato grado 3 nella zona Nord dell'Alto Adige e nel gruppo dell'Ortles-Cevedale.

Intanto oggi è stato trovato il corpo di uno scialpinista italiano di 48 anni, della provincia di Bergamo, che ieri è stato travolto da una slavina durante un'escursione sul Madrisajoch (2.612 m), sopra Gargellen nel Vorarlberg, in Austria. L'uomo era da solo e la salma è stata recuperata oggi dal soccorso alpino.

(In aggiornamento)

Valanga su scialpinisti in Alto Adige

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO