Bergamo, colletta della polizia risarcisce un pensionato derubato

Grazie all’iniziativa dell’assistente capo Gabriella Montoneri, il pensionato di Treviglio derubato lo scorso 2 gennaio è stato interamente risarcito

Polizia Massa

Nel colpo di coda delle festività natalizie arriva dalla provincia di Bergamo una storia a lieto fine che al sapore delle favole realiste di Frank Capra. La storia comincia con un piccolo dramma privato, quello di un ottantenne di Treviglio, comune in Provincia di Bergamo, che lo scorso 2 gennaio si reca presso l’ufficio postale di via Cesare Battisti per incassare la pensione di un migliaio di euro e, facendo ritorno a casa, viene derubato da un uomo di carnagione scura, vestito con abiti eleganti.

Il pensionato è a bordo della sua bicicletta quando vede cadere a terra il telefonino dell’uomo. Si ferma, per consentire al passante di raccogliere il cellulare, ma, subito dopo la sosta, si accorge che la pensione non c’è più, il borseggiatore è riuscito a sottrargliela con l’inganno e, insieme alla somma appena riscossa, è stata rubata anche la tesserina che serve per la riscossione della pensione stessa.

A quel punto l’uomo contatta la polizia. Ascoltata la storia dell’uomo, l’assistente capo Gabriella Montoneri, segretario del sindacato Coisp, decide di organizzare una colletta tra amici e colleghi che in poche ore riescono a restituire all’anziano i mille euro di cui era stato derubato:

Ci ha raccontato che vive solo con quei soldi e che senza non avrebbe avuto più da mangiare,

ha raccontato Montoneri che è riuscita a coinvolgere nella colletta anche i carabinieri del nucleo radiomobile della vicina Cassano d'Adda, in provincia di Milano.

Via | TgCom 24

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO