Sale di Sicilia: nessun lotto a rischio, il prodotto era conforme

Aggiornamento - Viene definitivamente chiarita la vicenda del ritiro dal mercato di alcuni lotti di Sale di Sicilia Italkali risalente al gennaio scorso. La vicenda venne riportata in maniera non completa, almeno all'epoca. Il ritiro, infatti, venne chiesto richiesto dalla Italkali che ottemperava ad un provvedimento di ARPA Lazio che metteva in dubbio la salubrità del cartone utilizzato per gli imballaggi di quegli specifici lotti (pari all'1,6% della produzione annua dell'azienda). L'iniziativa del ritiro non partì dunque da Coop, come venne comunicato inizialmente.

Nelle settimane successive venne definitivamente chiarito, come la Italkali sosteneva, che in realtà quel cartone non comportava alcun rischio per i consumatori ed era idoneo alla corretta conservazione del prodotto. Il richiamo è stato dunque annullato e il prodotto, sia quello ancora nelle case dei consumatori sia quello che è stato e verrà regolarmente venduto, può essere utilizzato senza alcun rischio.

L'azienda ci tiene a comunicare quanto segue:


Ad oggi, dopo i giorni di gennaio, durante i quali la notizia del richiamo volontario si è ampiamente diffusa in modo errato e con uno spiacevole allarmismo, possiamo anche aggiungere quanto segue:

1) le contro analisi ufficialmente effettuate dall’Istituto Superiore di Sanità hanno confermato in modo definitivo, il 13 marzo 2015, che la conformità del cartone utilizzato è indubbia;
2) tutto il prodotto è quindi perfettamente conforme e può essere consumato senza alcun timore;
3) ARPA Lazio ha ufficialmente ammesso l’errore delle analisi effettuate, quindi anche i campioni analizzati erano e sono sempre stati conformi.

Al di là della questione, che dobbiamo ritenere così pienamente chiarita, ciò che è importante comunicare è che tutto il prodotto Sale di Sicilia Italkali, incluso quello dei lotti iniziamente ritirati, può essere venduto e consumato senza alcun tipo di remore.

La Coop ha ritirato quattro lotti di Sale di Sicilia perché l'imballaggio non era conforme. L'avviso ai clienti: "Non consumatelo".


La Coop ha pubblicato sul suo sito un annuncio riguardante il Sale di Sicilia Italkali: i lotti RL 21064328, RL 21064328, RL 21064344 e RL 21064344 non vanno consumati e saranno ritirati dal mercato a causa della potenziale non conformità degli imballaggi. Come si vede nella foto in basso, si tratta del Sale di Sicilia Iodio Più - 1 kg. La Coop invita tutti i consumatori a restituire i lotti già acquistati al punto vendita.

Sono coinvolti alcuni punti vendita nelle seguenti regioni: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Repubblica di San Marino, Marche, Abruzzo, Puglia e Basilicata. Quattro i lotti che verranno dunque ritirati e che non vanno assolutamente consumati. A preoccupare è un difetto nella composizione della scatola di cartone che contiene il prodotto, inadatta al contatto con gli alimenti.

Il prodotto in questione è realizzato dalla Italkali, Società italiana sali alcalini, storica azienda siciliana, leader europea nel settore. E' un sale fino estratto da salgemma nei giacimenti di Petralia, in Sicilia, addizionato da iodio aggiunto come iodato di potassio. La scatola di cartone pare sia composta con un eccesso di piombo.

Chi consegnerà il prodotto già acquistato, potrà ottenere il rimborso o la sostituzione della confezione precedentemente comprata nei punti vendita Coop. Lo Sportello dei Diritti avvisa i clienti dall'astenersi dall'acquisto. I lotti compromessi sono stati comunque già ritirati dagli scaffali.

Sale di Sicilia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO