Udine: non è soddisfatto da rapporto con escort, vuole indietro i soldi

Insoddisfatto dal rapporto sessuale con l'escort, un 20enne di Udine chiede indietro i soldi e le ruba il telefonino. Denunciato dalla polizia.

Il sesso a pagamento si paga in anticipo. Ma se poi resti insoddisfatto? Un afgano di 20 anni, ospitato in una struttura di accoglienza di Udine, ha deciso di chiedere indietro i soldi della prestazione (50 euro) alla escort. Al 'no' deciso della donna, ha deciso di rubarle il cellulare, da utilizzare poi come merce di scambio.

Il ragazzo è stato denunciato dalla polizia per violenza privata, furto aggravato e tentata estorsione. La storia è del 5 gennaio scorso. Il 20 enne contatta la prostituta, di origine sudamericana, tramite un'inserzione pubblicata dalla donna. Si incontrano quello stesso pomeriggio, nell'appartamento messo a disposizione dalla ragazza. Al termine, il cliente si dice insoddisfatto e chiede indietro i 50 euro. I due cominciano a litigare.

La donna minaccia di chiamare la polizia e l'afgano scappa con il telefonino della prostituta. Poco dopo, la richiama su un altro telefono per estorcerle il denaro pagato in cambio della restituzione del cellulare. L'escort si reca in questura per fare la denuncia. Due giorni dopo, l'uomo la richiama, ignaro che intanto la donna l'abbia denunciato.

La sudamericana organizza un incontro per fare lo scambio - denaro per telefonino - sotto gli occhi degli agenti della Squadra mobile. Scatta il blitz. Gli agenti fermano il giovane e lo controllano. Nella struttura di accoglienza dove risiede il ragazzo, viene ritrovato il cellulare della donna, prontamente restituitole. L'afgano viene denunciato a piede libero.

Escort Udine

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO