Isis: in un video un bambino spara a due prigionieri

Nuovo video di propaganda dell'Isis

Non conosce confini l'orrore nella propaganda dell'Isis, che non risparmia neppure i bambini. In un video di propaganda diffuso dallo Stato islamico, un bambino di non più di dieci anni viene mostrato con in mano una pistola mentre spara a due prigionieri. Le vittime sarebbero due "spie russe", come vengono definite nel video, che compaiono inginocchiati e con le mani legate. Un adulto alle spalle del bambino pronuncia la sentenza di morte, poi il bambino fa fuoco.

Iil filmato si chiude con l’esultanza del piccolo che dice: “Ho ucciso gli infedeli, diventerà un mujahed”. A giudicare dalle immagini, i protagonisti sembrano di origine cecena, e proprio in Cecenia è attiva una cellula dell'Isis. Il video è stato rilasciato via web su YouTube e prodotto dall"Al-Hayat Media Centre', il braccio della propaganda dell'Is, e a lanciare l'allarme è stata l'analista Rita Katz, fondatrice dell’autorevole media Site, il sito che tiene sotto controllo l’integralismo islamico in tutto il mondo. Katz su Twitter parla di un "nuovo livello di depravazione morale" da parte dello Stato islamico.

Il video, intitolato "Uncovering an Enemy within", mostra la "confessione" delle due presunte spie, che sono state identificate in Mamajev Jesenjanovitsj e Sergej Asjimov, uno russo l’altro kazako. Alla fine, uno dei due è costretto a urlare "pentitevi" rivolto ai suoi colleghi. Il filmato poi termina con la brutale esecuzione a opera del bambino. L'orrore arriva a pochi giorni dalla notizia delle bambine kamikaze usate da Boko Haram in Nigeria.

INDIA-KASHMIR-MIDEAST-GAZA-STRIKE

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO