Migranti: in 418 arrivano in Calabria, c'è un morto

A Reggio Calabria è arrivata la nave Sirio con a bordo 418 migranti provenienti dall'Africa. C'è anche un cadavere.

Sono in corso, nel porto di Reggio Calabria, le operazioni di sbarco di 418 migranti, soccorsi dalla nave Sirio della marina militare. Purtroppo, tra gli immigrati c'è anche un morto. I clandestini sono 104 uomini e 2 donne del Gambia, 171 uomini e 2 donne del Mali, 90 uomini del Senegal, 23 uomini della Guinea e 24 provenienti dalla Costa d'Avorio e dalle regioni meridionali africane.

Le condizioni dei migranti sono buone, a parte qualche caso di scabbia. Il Comune di Reggio Calabria ha fatto sapere che assicurerà la somministrazione di pasti, in collaborazione con le Associazioni di volontariato, che sono sempre in prima fila negli sbarchi nei porti calabresi. I migranti saranno trasferiti in strutture in base al Piano di Riparto predisposto dal ministero dell'Interno.

La vittima pare sia morta per asfissia. Non si conosce il numero di minori a bordo della nave Sirio. Ieri, nella prefettura reggina, è stata convocata una riunione che ha visto la partecipazione di rappresentanti del Comune capoluogo, della Provincia, delle forze di polizia, della Capitaneria di porto, dell'Azienda ospedaliera, del Suem 118, della Protezione civile provinciale, della Croce Rossa e, come detto, delle Associazioni che si occupano di volontariato.

La Regione ieri è stata impegnata anche in un altro sbarco, questa volta a Crotone. In questo caso, però, le operazioni sono state più complicate. La Nave "Tea Nostrum" era infatti troppo grande per approdare in porto e dunque è rimasta al largo. I passeggeri sono sbarcati grazie a un battello che ha fatto la spola tra la costa e l'imbarcazione. Lo segnala Il Quotidiano della Calabria.

Nave Sirio

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO