ISIS: 13 adolescenti giustiziati, colpevoli di aver visto una partita di calcio

Giustiziati in pubblico per aver visto una partita dell'Iraq in Coppa d'Asia.

IRAQ-CONFLICT

È un orrore senza fine quello che si consuma ogni giorno nei territori sotto il controllo dello stato islamico (ISIS). Nella città di Mosul 13 ragazzini, degli adolescenti, sono stati giustiziati in pubblico a colpi di mitragliatrice per aver violato la legge islamica, la loro colpa è stata quella di aver guardato la partita vinta dalla nazionale irachena contro la Giordania in Coppa d'Asia (ne abbiamo parlato anche su Calcioblog). Lo riferisce il gruppo di attivisti siriani di "Raqqa is Being Slaughtered Silently", attraverso il loro sito web nel quale denunciano quanto accaduto citando come fonte l'agenzia di news giordana Petra.

L'esecuzione sarebbe avvenuta lo scorso 12 gennaio, giorno in cui si è svolta la partita, la notizia è iniziata a circolare qualche giorno dopo. Secondo le testimonianze i 13 ragazzi sono stati catturati dai miliziani nel distretto di al-Yarmuk, a Mosul, città ormai sotto il controllo dell'ISIS. Dopo la loro uccisione i corpi sono rimasti a lungo a terra, senza che i genitori potessero recuperarli, per paura di essere a loro volta uccisi, secondo il racconto del sito che per primo ha dato la notizia poi rimbalzata sui media internazionali. Prima di giustiziarli i miliziani avevano annunciato quello che stavano per fare e le motivazioni di questo brutale assassinio con un megafono.

L'episodio avviene a pochi giorni di distanza da un altro fatto di sangue avvenuto sempre a Mosul. Nei giorni scorsi i miliziani avevano pubblicato un video di due uomini morti dopo essere stati lanciati da una torre a Mosul. Un combattente mascherato con una radiolina aveva annunciato i motivi della loro uccisione: i due sarebbero stati sorpresi in atti omosessuali, un crimine da punire con la morte secondo le interpretazioni radicali dello stato islamico della sharia, la legge islamica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO